Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Intervento del segretario provinciale del Pd sulla crisi alla Stiga di Castelfranco

STIGA: "A RISCHIO 100 POSTI"

Zorzi: "Fase delicata per l'economia del paese"


CASTELFRANCO. Dopo la crisi di Stefanel, la vertenza Sirti e le notizie poco rassicuranti per il futuro di aziende come la Tessitura Monti di Maserada e il colosso dell’acciaio Permasteelisa, si registra un altro annuncio che può scuotere il mondo del lavoro nella Marca Trevigiana: si apprende infatti che Stiga, la storica azienda di Castelfranco, specializzata nella produzione di trattorini e macchinari per il giardino, sta pensando a un piano di “ribilanciamento” che potrebbe prevedere tagli di personale fino a un massimo di 100 esuberi nei prossimi anni.

 Come già successo negli ultimi mesi per gli altri casi di potenziale crisi, il PD provinciale esprime la sua forte preoccupazione e annuncia interventi a tutti i livelli della politica.
Dichiara Giovanni Zorzi, segretario provinciale: “Un tempo la provincia di Treviso era tra i territori più competitivi e intraprendenti del ricco Nord Est. Oggi invece non passa giorno che non si registrino situazioni di potenziali crisi nei più importanti stabilimenti della Marca”.

“È evidente – continua Zorzi – che ci troviamo di fronte a una fase estremamente complicata per tutta l’economia del Paese: il PIL è fermo, la ripresa è troppo debole e anche qui in provincia di Treviso siamo ancora lontani dai livelli pre-crisi di investimenti, consumi e salari. Mentre Salvini passa da un comizio ad un altro presentandosi a difesa del popolo, Di Maio non ha la minima idea di come si risolva una crisi aziendale e Zaia è tutto preso dal più volte annunciato arrivo dell’autonomia, governo e regione su rilancio dell’economia e difesa del lavoro sono del tutto assenti”.

“Riguardo alla vicenda di Stiga ­– conclude Zorzi – noi ribadiamo che siamo per la tutela dell'occupazione e auspichiamo una risoluzione condivisa tra le parti sociali che eviti trasferimenti di produzione e tagli di personale. Stiga fa parte della storia di Castelfranco e rappresenta una grande eccellenza del territorio, riconosciuta per l’innovazione e la qualità dei suoi prodotti. Qualsiasi scelta che possa mettere in discussione questo patrimonio nonché il futuro e la sicurezza di chi vi ha contribuito con il proprio lavoro deve essere valutata con grande attenzione, la stessa che come PD, a tutti i livelli del nostro impegno istituzionale e politico, garantiremo nel monitorare gli sviluppi di questa situazione, l’ennesima in un territorio abbandonato da chi voleva esserne il fiero rappresentante”.