Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIŁ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Tra le attrazioni anche una torre panoramica da 35 metri

BENNY BENASSI, PLANET FUNK E RUMATERA ACCENDONO IL CJF FESTIVAL

La rassegna di Codognč punta a 15mila spettatori


CODOGNE' - Entra nel vivo il CJF Music Festival, la maratona di concerti che anche quest’anno, nel terzo week end di luglio, a Codognè, farà da calamita per migliaia di giovani appassionati di rock, punk, pop, indie e funky-house, attratti sia da nomi di grande risonanza come dalle band locali di ultima generazione.

Negli anni dal 2012 a oggi l’evento ha visto succedersi oltre cento artisti tra gruppi e singoli, debuttanti e professionisti già affermati sul piano internazionale.

L’edizione 2019, in corso dal 18 al 20 luglio negli spazi degli impianti sportivi, si alterneranno una quindicina di artisti, tra i quali spiccano i nomi di Benny Benassi, The Bloody Beetroots, DJ Aladyn, Rumatera e Planet Funk che daranno corpo a un evento alla cui organizzazione collaborano 170 volontari e una decina di associazioni locali, chiamati a gestire l’ospitalità ad almeno 15 mila spettatori da venerdì a domenica.

Ma l’obiettivo del CJF Music Festival, oltre a quello di intercettare i gusti dei cultori più raffinati dei generi musicali inseriti nel palinsesto, è di creare un momento di aggregazione trasversale fra le generazioni, proponendosi come spazio di incontro anche per bambini e famiglie grazie a molte occasioni di richiamo distribuite su tutti i 36 mila metri quadrati del “villaggio della musica”.

Le opportunità non mancheranno di certo. Si va dalle seduzioni dello street food con gli stand degli “chef di strada” specialisti in maritozzi dolci e salati, cannoli siciliani, hamburger, pesce fritto, pizza, stuzzichini veneti e cicchetti pure in variante vegana, alle aree per i bambini affidate alle cure degli animatori dei centri estivi comunali, dai laboratori artistici in varie declinazioni fino ad una inedita torre panoramica alta 35 metri.

Particolare attenzione verrà dedicata alla sostenibilità ambientale, nell’ottica di un festival sempre più smart e sempre più green, attraverso l’utilizzo del sistema cashless e delle isole ecologiche. Due tematiche apparentemente distanti ma che vedranno la fusione nel 2020, grazie ad un progetto di cashback che stanno sviluppando gli organizzatori.

Tutto questo con un occhio di riguardo ai residenti di Codognè i quali, anche in questa edizione 2019, potranno accedere gratuitamente agli spazi del festival fino alle 21.

Da segnalare la collaborazione con IUSVE per la parte della comunicazione social. Quest’anno infatti, per la prima volta, il CJF Music Festival trova il supporto dell’Istituto Universitario, che darà agli studenti la possibilità di inserirsi nel team dell’agenzia di comunicazione del festival.