Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/288: TRIONFO DA RECORD IN GIAPPONE PER TIGER WOODS

La "Tigre" raggiunge il mito Snead con 82 titoli sul circuito


Non finisce di stupire Tiger Woods, il grande Campione. Eccolo allo Zozo Championship, giocato sul par 70 dell'Accordia Golf Narashino a Chiba, l’evento con cui il PGA Tour fa il suo esordio in Giappone. Aveva un obiettivo Tiger Woods: raggiungere Sam Snead, che lo avanzava di un solo titolo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/287: ALL'ALBENZA IL CAMPIONATO INDIVIDUALE AIGG

Dario Bartolini si aggiudica il titolo italiano asoluto


BERGAMO - A conclusione del nostro challenge, è il momento del Campionato individuale 2019. Siamo ad Almenno San Bartolomeo, nel Bergamasco, al Golf Club Albenza. Il Campo copre 85 ettari di delicate colline in direzione delle Prealpi lecchesi, su cui si snodano 27 buche nate da più...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/286: L'OPEN D'ITALIA PER LA PRIMA VOLTA PARLA AUSTRIACO

All'Olgiata si impone Bernd Wiesberger, sotto tono Chicco Molinari


ROMA - Eccoci giunti al più grande appuntamento italiano dell’anno con il Golf: la 76esima edizione dell’OPEN D’ITALIA. A ospitarla è l’Olgiata Golf Club di Roma,nel percorso di gara, par 71, su quei terreni dove pascolava Ribot; un Open da gustare dalla...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'ex presidente si è dichiarato estraneo ai fatti

CRACK VENETO BANCA, TRINCA SENTITO PER TRE ORE

Secondo l'accusa avrebbe favorito l'operato di Consoli


TREVISO. Flavio Trinca si è dichiarato totalmente estraneo ai fatti. L'ex presidente di Veneto Banca è stato interrogato per tre ore dal pubblico ministero titolare dell'inchiesta sul crak dell'istituto di credito di Montebelluna. Era stato proprio Trinca a chiedere di essere ascoltato, dopo la notifica della chiusura delle indagini. Flavio Trinca è indagato insieme all'ex amministratore delegato Consoli per concorso in aggiotaggio e ostacolo  alla vigilanza bancaria. L'ex presidente di Veneto Banca si è presentato questa mattina in Procura accompagnato dal suo legale, l'avvocato Fabio Pinelli, che ha anche depositato una memoria difensiva scritta.

"Abbiamo spiegato nel dettaglio la nostra posizione - ha detto al termine dell'interrogatorio il difensore- rappresentando al magistrato ciò che ci porta a sostenere l'assoluta estraneità ai fatti che vengono contestati". Secondo l'accusa  Trinca avrebbe agito, sfruttando la propria posizione di presidente del consiglio di amministrazione, per favorire le attività di cui viene accusato Consoli.
"Ma Trinca non aveva questo potere e soprattutto, rispetto alle ipotesi relative all'ostacolo alla vigilanza attraverso la realizzazione di documenti che descrivevano un condizione della banca diversa dalla realtà, non aveva poteri e deleghe in questo senso", ha spiegato il suo difensore.