Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/340: L'AUGUSTA MASTERS INCORONA DUSTIN JOHNSON

Insolita collocazione autunnale per l'ultimo major


AUGUSTA - Un Masters Tournament insolito, giocato a metà novembre anziché ad aprile, non primo, ultimo major. L’autunno propone tutt’altra scenografia rispetto al clima primaverile quando l’Augusta in Georgia ama fare sfoggio di un mare di fiori: distese di...continua

Attualità
PILLOLE DI GOLF/339: FRANCESCO MOLINARI, AL RIETRO, È 15° A HOUSTON

Carlos Ortiz regala al Messico un successo dopo 40 anni


HOUSTON (USA) - Francesco Molinari è tornato in campo per partecipare al Vivint Houston Open, torneo del PGA Tour in programma sul par 70 del Memorial Park Golf Course di Houston in Texas. Qualcuno lo definisce “la gara dei grandi ritorni”. Tra i più attesi, oltre a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/338: ALL'ASOLO GOLF IL TROFEO CA' DEL POGGIO

Evento tra sport, musica e convilità, con star Mal dei Primitives


SAN PIETRO DI FELETTO - Una partita di Golf coronata da una gustosissima serata. Centoquattro hanno partecipato alla gara: musicisti, cantanti o semplicemente amanti della musica, al seguito di Paul Bradley Couling, in arte Mal dei Primitives. Era la tappa finale del Challenge AICMG,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La demolizione curata dallo specialista trevigiano Danilo Coppe

"MR. DINAMITE" FA SALTARE IL PONTE MORANDO

Il moncone del viadotto di Genova è stato abbattuto


SEGUSINO - Ore 9.37 il Ponte Morandi a Genova viene definitivamente abbattuto. Il moncone est, uno dei due rimasti del viadotto sul torrente Polcevera crollato lo scorso 14 agosto, causando 43 morti, è stato fatto saltare in aria per permettere l’avvio della ricostruzione.
A premere il pulsante dell’esplosione per l’abbattimento controllato, un trevigiano Danilo Coppe di trevigiano, il massimo specialista italiano di queste operazioni, tanto da meritarsi il soprannome di “Mr. Dinamite”, appellativo diventato anche il titolo di una trasmissione televisiva, dedicata a lui e al suo team. Nel 1989 Coppe ha fondato a Parma la Siag: l’azienda ha demolito con l’esplosivo oltre 430 tra edifici, ciminiere, silos e torri, strutture metalliche, acquedotti e, appunto, ponti. Ma la società si occupa anche di consulenza ed impiego di esplosivi in cave, gallerie, scavo di trincee e sbancamenti di roccia, messa in sicurezza di pareti montane con il distacco artificiale di masse di roccia o di neve o la riapertura di passaggi a seguito a frane. demolizioni subacquee prospezioni geofisiche e ricerche geosismiche, pulizia di altoforni da scorie di fusione mediante l’uso di microcariche esplosive, , bonifiche di materiali pericolosi come esplosivi, gas tossici e polveri esplosive.
A Genova insieme ai suoi tecnici, con la collaborazione, tra gli altri, degli incursori dell'Esercito del Col Moschin, hanno piazzato circa 4mila microcariche in appositi fori realizzati sulle pile 10 e 11, in modo da tranciare di netto i due pilastri, provocando il crollo controllato del ponte: gli oltre 20mila metri cubi di calcestruzzo ed acciaio si sono sbriciolati in 6 secondi, in base ad un progetto studiato nei minimi dettagli. Potenti getti d’acqua, vasche posizionate sotto la carreggiata, nonché dei sacchi pieni di acqua agganciati ai piloni hanno limitato la dispersione delle polveri, mentre enormi cuscinetti di detriti hanno attutito le vibrazioni dell’impatto.
Circa 3.400 residenti sono stati evacuati durante l’operazione, il traffico, naturalmente, è stato bloccato e deviato in tutta l’area: l’esplosione ha dovuto essere rinviata di alcuni minuti per il sospetto di un anziano rimasto in una delle abitazioni da sgomberare: la segnalazione, tuttavia, alla fine si è rivelata in falso allarme.