Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PI┘ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Patente ritirata, rischia una multa fino a 4.800 euro e l'arresto

ALLA GUIDA DELL'AUTOTRENO CON TASSO ALCOLICO TRE VOLTA SOPRA IL LIMITE

Camionista di S. DonÓ fermato dalla Polstrada a Conegliano


CONEGLIANO - Era alla guida di un autotreno con un tasso alcolico tre volte superiore al limite massimo consentito. Il camionista, un 44enne residente a San Donà di Piave, è stato fermato dalla Polizia stradale di Vittorio Veneto a Conegliano lungo la Pontebbana, verso le 21.40 di martedì.
L’alito, gli occhi lucidi e la parlata sconnessa hanno subito rivelato agli agenti lo stato di ebbrezza dell’uomo. Impressione confermata anche da test con l’etilometro: i livelli rilevati andavano da 1,40 a 1,49 grammi per litro di sangue.
Essendo un conducente professionale, che esercita l’attività in conto terzi, per l’autista sono scattate sanzioni rafforzate: denunciato in stato di libertà, rischia una ammenda da 1.066 a 4.800 euro e l’arresto fino a nove mesi. La patente gli è subito stata ritirata e ora gli verrà sospesa per un periodo da otto mesi ad un anno e mezzo.
L’autotreno è stato poi affidato ad un altro conducente munito di apposita patente per questa categoria di veicoli.