Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE GI GOLF/354: VA A DECHAMBEAU IL TORNEO DEDICATO AD ARNOLD PALMER

Molinarii, vincitore nel 2019, non supera il taglio


FLORIDA (USA) - Continua la corsa in Florida del PGA Tour. Il torneo in atto a Orlando, è l’Arnold Palmer a invito, in cui il nostro Francesco Molinari è il protagonista, tra i più prestigiosi. Una gara che l’azzurro ha già vinto nel 2019, dopo una hole in...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/353: UOMINI & DONNE, SETTIMANA DI GRANDI TORNEI

Si sono giocati Wgc e PortoRico Open e Gainbridge Lpga


STATI UNITI - Questa settimana il PGA si sdoppia, mette in campo il World Golf Championships a Bradenton in Florida, e il Puerto Rico Open a Rio Grande in Porto Rico. Oltre a questi due, ad attrarre l’attenzione c’è il secondo evento stagionale del massimo circuito americano...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/352: FINALE A SORPRESA AL GENESIS, HOMA VINCE AL SUPPLEMENTARE

Il beniamino di casa supera all''ultimo giro Burns, sempre in testa


LOS ANGELES (USA) - Era alla 95esima edizione questo torneo del PGA Tour, a cui hanno partecipato ben otto tra i migliori dieci giocatori al mondo. Si è disputato al Riviera Country Club, nel Temescal Gateway Park, situato entro i confini della città di Los Angeles; un territorio...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"A gettone prendiamo il doppio"

FUGA DI MEDICI DAGLI OSPEDALI

Stpendi bassi, ore di straordinario non pagate e turni impossibili


Continua la carenza di medici, ma non solo a causa della selettività universitaria.
Il vero problema sono le condizioni lavorative in ospedale. Fuga quindi di decine di specialisti dagli ospedali, primari inclusi, che a fronte di carichi di lavoro insopportabili e centinaia di ore di straordinario non pagate, preferiscono rinunciare al posto fisso e mettersi in gioco da free lance.
C'è chi ha decisodi intraprendere la via dell'ambulatorio a causa della svalorizzazione del lavoro da medico in ospedale, perché con la libera professione si lavora meno e si guadagna di più.
La denuncia arriva dagli stessi professionisti che affermano:
"A gettone, in aziende private o cooperative, prendiamo il doppio. I più ricercati, come i medici di Pronto Soccorso, possono incassare oltre 20mila euro in 20 giorni". Il lavoro in ospedale in questi anni si è trasformato, è saltato il rapporto col paziente, i ritmi sono insostenibili, i turni infiniti, e contano solo i numeri. Il rischio di commettere errori in queste condizioni aumenta.
La responsabilità medico-legale è alta, e gli stipendi non sono adeguati.
A malincuore molti medici lasciano gli ospedali in cui hanno lavorato per venti, trent'anni, ma la situazione, denunciano, purtroppo è veramente disastrosa. E se non si rende attrattivo il mestiere del medico ospedaliero, si arreca un grave danno ai cittadini, attraverso una carenza irreparabile del Sistema pubblico.