Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

In scena "Ecuba e le streghe"

IVANA MONTI APRE LA RASSEGNA DI TEMA CULTURA FESTIVAL

Questa sera alla Filanda Motta di Mogliano Veneto


Attesissimo e quasi sold-out lo spettacolo di Ivana Monti “Ecuba e le streghe”. Giovedì 4 luglio, alle ore 21.00, si aprirà il sipario su Tema Cultura Festival, la rassegna di spettacoli, letture sceniche e incontri musicali che prenderanno vita alla Filanda Motta di Mogliano Veneto (TV), fino a mercoledì 31 luglio.
“Siamo onorati che una delle più grandi interpreti del teatro italiano, Ivana Monti, abbia voluto fungere da madrina alla manifestazione, già arrivata alla sua quarta edizione” - commenta Giovanna Cordova direttrice artistica della rassegna - “lo spettacolo Ecuba e le streghe verrà portato in scena per la prima volta in Veneto”.
Partendo dal V secolo a.C. con la figura di Ecuba e Medea, la trama del racconto intreccerà fantasia, tragedia e realtà storiche, per un’indagine acuta ed appassionata che non è solo il tratteggio di grandi figure femminili del passato, ma che approfondisce temi molto trasversali: il dolore e la concezione della donna nella coscienza collettiva e nei valori condivisi in determinati periodi storici. Protagonista centrale della narrazione, fatta di persone, sentimenti e magie, sarà Castracagna, la strega processata e giustiziata sul rogo con l’accusa di aver provocato la rotta del fiume Po.
Alle ore 20.30, anticiperà la rappresentazione teatrale l’aperitivo con l’artista.

Il cartellone del festival è ricco di appuntamenti. Seguirà Giancarlo Marinelli, giovedì 11 luglio alle ore 21.00, nel presentare “Il silenzio di averti accanto”, la cui lettura scenica sarà affidata agli allievi di Tema Cultura: un’opera letteraria che approfondisce la storia di due fratelli mossi dall’odio e da ideali politici opposti, di una famiglia e un intero paese che dal 1916 arriva fino ai giorni nostri; un romanzo che parla di noi, dei nostri desideri, dei nostri segreti.
Ed ancora giovedì 25 luglio la splendida voce di Francesco Zanetti racconterà il suo capolavoro “Le CRONACHE di Fandonia oltre la tazza”: il libro irriverente, satirico e provocatorio parla il linguaggio dei giovani d’oggi, incardinato in una narrazione Fantasy piena di sorprese.
Giovedì 18 luglio alle ore 21.00, in Piazzetta del teatro di Mogliano Veneto, Alessandro Preziosi interpreterà in modo inedito e straordinario “Moby Dick”, tra gli intramontabili capolavori della letteratura americana e mondiale. La lettura di Preziosi, accompagnato dal live eletronics di Paky De Maio, condurrà lo spettatore negli abissi dell’animo umano, per decifrare un labirinto di avventure, simboli e filosofie, alla ricerca di un messaggio di speranza. Alla fine di questo viaggio appassionante, “la balena non è la fatalità del male, ma la possibilità del bene, di trasformare il negativo in positivo” [Enzo Paci].
Lo spettacolo “La buca del diavolo” di Titino Carrara andrà in scena giovedì 25 luglio alle ore 21.00: uno sguardo intelligente e nostalgico sulla vita degli attori girovaghi sugli attori girovaghi alla scoperta dei misteri del sottopalco, che fanno del teatro un rito insostituibile e un’opera artigianale di padronanza dei contenuti, di elaborazione creativa e di responsabilità nei confronti del pubblico. Le assi del palcoscenico diventano il confine sottile tra il mondo visibile e invisibile, in bilico tra il sacro e il profano, un mondo senza confini geografici, popolato da eroi, santi e dannati, permeabili alla trasformazione ed in balìa di un destino imprevedibile.
Attesissimo, dopo il sold-out della stagione invernale, “Rosso Venezia”, domenica 28 luglio, ore 21.00. Sul palco la Compagnia stabile La Stanza racconterà la storia della Serenissima, dalla sua nascita alla resa a Napoleone. Un ritmo incalzante che fonde narrazione, musica e immagine in un unico movimento, per dare la sensazione della velocità e del susseguirsi di tutte le vite che hanno segnato la storia della Repubblica di Venezia. La produzione è firmata Tema Cultura, con le coreografie di Cristian Ruiz, musiche di Piero Gracis e Cristina Donaggio, testo e regia di Giovanna Cordova.
La rappresentazione sarà preceduta dal concerto-spettacolo “Muzzles”: sul palco due giovanissime promesse Anna Volpato e Marianna Tandura.
Concluderanno la rassegna teatrale Caterina Simonelli e Giacomo Vianello con “R..esistere: 13 buoni motivi per rinunciare al suicidio” (produzione IF Prana), mercoledì 31 luglio alle ore 21.00. L’esibizione, Vincitore del bando Giovani in Scena 2013 (FTS e Teatro Metastasio Stabile della Toscana), Finalista al Festival sulla Resistenza 2014 (Gattatico) e Finalista al playFestival 2.0 (Atir Teatro Ringhiera) parlerà del disagio delle nuove generazioni, la mancanza di prospettive e l’insopprimibile voglia di progettare, nonostante il precariato renda impossibile pensare ad un futuro o una relazione. In un clima surreale, due ragazzi si incrociano proprio nel momento in cui decidono di farla finita, tutto viene rimesso in discussione: l’incontro con l’altro apre la possibilità di cambiare sguardo sulla disperante realtà.
Tema Cultura Festival non è solo grande spettacolo, ma un’iniziativa di alto respiro culturale rivolta anche a bambini e ragazzi. Con la direzione artistica di Giovanna Cordova e la struttura organizzativa di Tema Cultura, i più piccoli potranno partecipare il 7-14-21-28 luglio, dalle 10.00 alle 18.00, ai nuovi workshop: quest’anno in programma laboratori di teatro, arti grafiche, espressività corporea e vocale a cui si intrecceranno a corsi di pittura e lettura espressiva.

Ascolta l'intervista al link