Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/310: MOLINARI INTERVISTA MOLINARI

Edoardo interroga il fratello Francesco (svelando qualche segreto)


TORINO - Anzitutto una premessa: Edoardo Molinari, che ha conosciuto e lavorato con i maestri più famosi, ha aperto al “Royal Park i Roveri”, un’accademia dedicata al mondo del golf, la più importante in Italia. In essa Dodo, con il suo staff, intende...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/309: NEL "BARRACUDA", A MORDERE È L'AMERICANO MORIKAWA

Il torneo in Nevada uno degli ultimi giocati prima dello stop


RENO (USA) - Il torneo ha avuto luogo in un momento in cui i big mondiali erano impegnati a Memphis, nel Tennessee, ad affrontarsi nel WGC-FedEx St. Jude, mentre gli appassionati di Golf erano attratti a seguire questo campionato, il Barracuda, ufficialmente denominato Reno-Tahoe Open. Si tratta di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/308- CAMPI/23: GOLF CLUB COLLI BERICI

Bel gioco e non solo nella pedemontana vicentina


BRENDOLA - La terra berica è territorio che ha del mistero, un Veneto che affascina: incantano le sue rocce, le sue grotte carsiche, i suoi mulini ad acqua, le numerose antiche fontane al servizio dei lavatoi. Tutto da scoprire è il fascino di villa Giulia, i cui dintorni, chiamati...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Tutti i venerdì di luglio musica classica a San Vigilio

INCONTRI MUSICALI DI INIZIO ESTATE

Ad aprire la rassegna Emanuele Bastanzetti e Anna Stevanato


L'Associazione Culturale e la Redazione di Radio Veneto Uno, con la collaborazione del Comune di Farra di Soligo, la Parrocchia e la Pro Loco di Col S. Martino, presentano un nuovo ciclo di incontri musicali che si terranno tutti i venerdì sera del mese di luglio, dedicati alla memoria di Antonio e Sara Ghizzo.
Sede, come di tradizione, la storica Chiesa di San Vigilio di Col San Martino, sorta intorno al X secolo sulla collina che domina dall'alto Col San Martino e tutta la vallata e il corso a nord del Montello e del Piave; è una realtà ben nota per l’eccezionale qualità dell’acustica e, ovviamente, per la bellezza della vista panoramica.
I protagonisti delle serate sono stati scelti tra i giovani talenti, affermati artisti e affermati grandi protagonisti, tutti di rango internazionale.
Ad aprire la rassegna, venerdì 5 luglio, un duo composto da due giovani fenomenali talenti: il violinista Emanuele Bastanzetti e la violoncellista Anna Stevanato proporranno un ricco repertorio di musica classica da J.S. Bach fino ad arrivare a J. Halvorsen.
La serie di eventi proseguirà venerdì 12 luglio con altri due grandi giovani e affermati musicisti: la violinista Elena Abbati e il violoncellista Giulio Padoin, quest’ultimo di Col S. Martino ma vive in Svizzera per motivi professionali, proporranno: “Dialoghi in più stili tra violino e violoncello”, con brani che spazieranno da Geminiani, a Vivaldi a Hoffmann.
Venerdì 19 luglio alle 20.45 tocca ad musicista affermato, sempre di Col S. Martino, Giovanni Battista Scarpa e si presenta a S. Vigilio con: “Una valigia per Duo”, assieme all’amico anche lui valente violinista veneziano Stefano Bruni; eseguiranno le musiche di Telemann, Mattheson e Haydn, ma non solo.
Dopo indiscutibili talenti e affermati professionisti, a chiudere gli incontri musicali d’estate, un duo consolidato, composto da due fenomenali esponenti, è il caso di sottolinearlo, della “Scola Granda” di musica Veneta: Giuseppe Barutti al violoncello e Massimo Scattolin alla chitarra, venerdì 26 luglio ci aspetta un concerto mozzafiato, con brani di Schubert, e altri composti ed arrangiati dallo stesso Maestro Massimo Scattolin.
Gli “Incontri musicali di inizio estate” di luglio, fanno parte delle manifestazioni di didattica a scopo educativo, vere e proprie produzioni culturali promosse dalla redazione di Radio Veneto Uno, realtà attiva da più di 40 anni, una delle tre che in Italia svolge attività di informazione di interesse generale e, con impegno, onora questo privilegio di legge nella promozione della cultura. La radio oltre che informazione è anche musica e, nella musica classica, e Radio Veneto Uno è la prima ed unica radio privata italiana con proprie Orchestre: Filarmonica e da Camera, in grado di confrontarsi artisticamente con i colossi europei pari.
Il progetto “Laboratorio permanente per la riscoperta della Grande Scuola di Musica Veneta” ha motivazioni solide di valorizzazione della cultura della nostra terra, un immenso patrimonio dal quale ha attinto il mondo intero, e che merita una costante divulgazione.
 
L'ingresso a tutti i concerti è libero, e la cittadinanza è invitata.