Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il 20enne sosterrà l'orale in ospedale, dove è ricoverato

STUDENTE COLPITO DA TUBERCOLOSI DURANTE LA MATURITÀ

Nuovo caso a Motta di Livenza: non è legato ai precedenti


MOTTA DI LIVENZA - Un ventenne residente nel Distretto Treviso è stato ricoverato nell’Unità Operativa di Malattie Infettive del Ca’ Foncello, diretta dal dottor Pier Giorgio Scotton, con diagnosi di tubercolosi. La diagnosi, formulata in via definitiva ieri sera, è giunta al termine di una complessa serie di accertamenti, incluse indagini radiologiche e di biologia molecolare, queste ultime condotte dall’UOC di Microbiologia, diretta dal dottor Roberto Rigoli.
Per il ragazzo, che presentava al momento del ricovero un quadro clinico abbastanza impegnativo, è stato avviato il percorso terapeutico.
Il giovane frequenta l’ultimo anno in una scuola superiore di Motta di Livenza, fatto che ha immediatamente portato ad indagare con massima attenzione possibili ipotesi di correlazione con il focolaio epidemico verificatosi nei mesi scorsi nella Primaria “G. Aleandro”. Queste ipotesi sono state escluse: il caso è riferibile ad un cluster familiare, di complessivi tre casi.
Il Servizio di Igiene e Sanità Pubblica, come da protocollo, sottoporrà a test Mantoux e ad eventuali ulteriori approfondimenti, tutti i contatti stretti del giovane colpito da tubercolosi, con particolare riferimento ai compagni e ai docenti della classe. I test sono previsti per martedì prossimo con lettura venerdì.
Del caso sono state prontamente informate le autorità civili e scolastiche: con queste ultime si è concordato di far svolgere allo studente la prova orale dell’esame di maturità nel Reparto in cui è ricoverato, con spostamento dell’intera commissione d’esame.