Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/299: AD ABU DHABI WESTWOOD SI IMPONE SU UN SORPRENDENTE LAPORTA

Nel torneo in vigore le norma anti-gioco lento


ABU DHABI - Sono sette gli azzurri che partecipano al Championship di Abu Dhabi, il primo degli otto tornei sponsorizzati dalla Rolex nell’ambito dell’Eurotour. Sono numerosi, i campioni che iniziano l’anno 2020 negli Emirati Arabi Uniti all’Abu Dhabi GC, con lo statunitense...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/298: DOPO LE PROTESTE POLITICHE, AD HONG KONG TORNA IL GOLF

Successo per Wade Ormsby, Andrea Pavan unico azzurro


HONG KONG - Era stato rinviato per problemi di sicurezza l'Hong Kong Open. Avrebbe dovuto prendere avvio il 28 novembre, ma i disordini legati alla difficile situazione sociale, riordiamo i continui scontri nel Paese, aveva indotto gli organizzatori ad annullare la gara. Ora questo torneo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/297: L'ALTRA META' DEL CIELO, IL GOLF AL FEMMINILE

Ad Evian, in Francia, l'unico major "rosa" d'Europa


EVIAN  - Nel doveroso ricordo del record assoluto di vittorie in campo internazionale conquistate dagli azzurri Bertasio, Gagli, Laporta, Migliozzi, i Molinari, Paratore, Pavan nel 2019, cominciamo il 2020 dando l'onore al Golf femminile, seppur in assenza delle atlete italiane.Il Ladies...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il comandante di Treviso annuncia una serie di controlli anche con auto civili

TELEFONINO ALLA GUIDA, TASK FORCE DEI VIGILI URBANI

Multe di 165 euro e sospensione della patente fino a tre mesi


TREVISO. Veicoli che sbandano spesso a sinistra, frenate improvvise o, ancora peggio, tamponamenti ed incidenti stradali: sono le conseguenze della guida con il cellulare che distoglie lo sguardo dei conducenti dalla strada per rispondere a messaggi o leggere mail. Per contrastare questo dilagante fenomeno ci saranno specifici controlli da parte della Polizia Locale con servizi svolti non solo con le auto d'istituto, perfettamente riconoscibili, ma anche con auto "civili". La guida distratta o con andamento indeciso è la seconda causa degli incidenti stradali in Italia visto che i dati del 2018 parlano di 24.200 incidenti pari al 14,6% delle cause dei sinistri.

L’obbiettivo della Polizia Locale resta comunque quello di prevenire i comportamenti pericolosi e la richiesta di controlli proviene dagli stessi utenti che rimangono coinvolti in incidenti per distrazioni causate da altri. Lo stesso legislatore sta aumentando le multe: proprio ieri la Commissione trasporti della Camera dei Deputati ha approvato il disegno di legge che inasprisce le sanzioni prevedendo la sospensione della patente, la decurtazione di 10 punti e multa fino a 2.58 8euro. «A volte capita che gli utenti, neppure di fronte ad un veicolo istituzionale delle forze di polizia stacchino il cellulare dall'orecchio durante la guida», evidenzia il comandante della Polizia Locale Andrea Gallo. «Questo perché vi è l'abitudine di telefonare sempre e comunque ma la concentrazione alla guida è ridotta ai minimi termini con rischi enormi soprattutto per gli utenti deboli della strada come pedoni e ciclisti che spesso non vengono attenzionati».Il Comando, in giorni e orari diversi, farà circolare degli agenti con auto civili e nel caso in cui i conducenti saranno intenti ad usare il cellulare procederà con l'immediata contestazione. Attualmente il codice prevede la sanzione di 165 euro, la decurtazione di 5 punti ma in caso di recidiva neidue anni successivi è prevista anche la sospensione della patente fino a  3 mesi. «Il nostro obbiettivo», conclude Gallo, «resta sempre la prevenzione, per questo stiamo annunciando questi particolari servizi specifici. Nessuno, se rispetta le regole, può aver alcun timore deicontrolli: la sicurezza stradale si costruisce non con le sanzioni ma con la diligenza degli utenti della strada».