Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/329: BRILLA SEMPRE PIÙ LA GIOVANE STELLA DI RASMUS HOJGAARD

Il 19enne danese trionfa all'Isps Handa Uk Championship


SUTTON COLDFIELD (GBR) - Con l'Isps Handa Uk Championship, eccoci alla conclusione dell’”UK Swing”, con due azzurri in campo: Edoardo Molinari e Lorenzo Scalise, unici due italiani presenti al torneo che conclude il ciclo di sei gare denominate “UK Swing”, e che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Sabato la Festa e i tradizionali fuochi d'artificio

IL REDENTORE: "NOTTE FAMOSISSIMA" ALL'INSEGNA DELLA LUNA

Sarà un evento ispirato alla LunA, 50 anni dopo lo sbarco


VENEZIA. Conto alla rovescia per l’edizione 2019 della “Notte dei foghi”, uno degli appuntamenti più attesi dell’estate in laguna.Quello di sabato 20 luglio sarà un Redentore ancora più ricco di suggestioni e tutto ispirato alla Luna, vista l’eccezionale coincidenza con il cinquantesimo anniversario del primo sbarco sulla Luna: quaranta minuti di pura emozione, articolati in quattro grandi quadri narrativi, lanciati dal centro del canale della Giudecca.

Da cinque secoli una delle ricorrenze più sentite dai veneziani, la Festa del Redentore vede convivere l'aspetto religioso con quello ludico-spettacolare.

L'evento, come è noto, ricorda la liberazione dalla peste che flagellò Venezia dal 1575-1577, decimando più di un terzo della popolazione della città, e la costruzione, per ordine del Senato veneziano, della Chiesa del Redentore quale ex voto per la liberazione della città dalla annuale la liberazione, con allestimento di un ponte votivo sul canale della Giudecca.

Come ogni anno, è l’apertura del “Ponte Votivo” che collega le Zattere con la chiesa del Redentore alla Giudecca, a dare avvio alle ore 19.00 di sabato 20 luglio alle celebrazioni. A partire dalle 23.30 poi, il culmine della festa con lo spettacolo pirotecnico dal titolo “Sognando la Luna”, che incanterà il pubblico. Un inno alla luna, al cielo, allo spazio e alle grandi aspirazioni dell’uomo. Aspirazioni che a volte diventano realtà, come in quel lontano 20 luglio del 1969, aprendo il primo “passo” verso nuove sfide.

L’imponente macchina di effetti speciali, un fronte di fuochi di 420 metri per un totale di 44 diverse postazioni di lancio suddivise su 30 piattaforme galleggianti, funzionanti in maniera indipendente e perfettamente sincronizzate tra loro, è firmata da Parente Fireworks, una delle aziende di pirotecnia ed effetti speciali più importanti al mondo che conta centodieci anni di storia e migliaia di spettacoli realizzati in Italia e nei cinque continenti,

A cura di Parente Fireworks anche lo spettacolo pirotecnico del “Redentore diffuso”, che prenderà avvio anche quest’anno all’unisono con i fuochi in laguna nelle altre quattro località del territorio veneziano – Asseggiano, Favaro Veneto, Malcontenta e Pellestrina - attraverso spettacoli adeguati alle diverse tipologie delle zone di lancio. In terraferma verrà offerto al pubblico uno spettacolo tradizionale e multiforme, caratterizzato dall’uso dei soli artifici aerei, mentre a Pellestrina lo show sarà caratterizzato dall’uso di una chiatta attraverso la quale sarà possibile impreziosire il cielo con effetti coreografici più complessi ed emozionanti.

Gli spettacoli pirotecnici “diffusi” saranno anticipati da attività di intrattenimento: a partire dalle 17.00 ad Asseggiano, con “Asseggiano in festa”, dalle 19.00 a Favaro presso il centro sportivo di Via Monte Cervino, dalle 16.30 a Malcontenta presso la chiesa parrocchiale e dalle 20.00 a Pellestrina in piazza Zendrini.

Come ogni anno, i festeggiamenti del Redentoreproseguono domenica 21 luglio, con le competizioni sportive di voga alla veneta, che rientrano nella Stagione Remiera veneziana. Alle ore 16.00 in canale della Giudecca, si compete la regata dei giovanissimi su pupparini a 2 remi, seguita poi, alle ore 16.45, dalla regata uomini su pupparini a 2 remi, per finire, alle ore 17.30, conquelladei “campioni” su gondole a 2 remi.

Conclude le celebrazioni laSanta Messa Votiva, alle ore 19.00, presso la Chiesa del Redentore della Giudecca.