Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/345 - CAMPI/29: IL GOLF CLUB PARADISO DEL GARDA

Un percorso tra il lago e il monte Baldo, per giocare nell'"empireo"


PESCHIERA - Progettato dal noto architetto americano Jim Fazio, questo prestigioso circuito golfistico è inserito sull’entroterra gardesano, comodamente adagiato sull’anfiteatro morenico del Basso Garda, costituitosi con i depositi glaciali originati dai residui trasportati due...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/344: A DUBAI LA CORSA AL TITOLO DI RE DEL CIRCUITO 2020

Doppio trionfo inglese: a Fitzpatrick il torneo, a Westwood la "Race"


DUBAI - Sono tanti i milioni in palio al DP World Tour Championship di Dubai, che ha l'onere di laureare il miglior giocatore della stagione. Si sta infatti concludendo al Jumeirah Golf Estates di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, la difficile stagione 2020 dell’European Tour, in sintonia con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/343: IL DUBAI CHAMPIONSHIP AL PARIGINO ANTOIONE ROZIER

Eccellente secondo posto per Francesco Laporta


DUBAI - Questa settimana l’European Tour era impegnato in due appuntamenti: uno in Sudafrica, il South African Open, terzo evento che si celebra lì quest’anno, l’altro Il Dubai Championship, negli Emirati Arabi. Noi seguiamo questo di Dubai, penultimo appuntamento della...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Lo studio allestito in un appartamento di Mogliano

FALSO STUDIO MEDICO: COPPIA NEI GUAI

Marito e moglie usavano timbri e firma di un vero professionista per prescrivere le cure


MOGLIANO. In un appartamento di Mogliano avevano allestito uno studio medico con tanto di sala d'attesa. Ricevevano pazienti da mezzo veneto e dispensavano consigli e cure naturali, in qualche caso i pazienti erano effettivi da malattie gravi. Se dovevano prescrivere medicinali usavano la carta intestata e i timbri di un vero e ignaro professionista. Una coppia, marito e moglie, è stata denunciata per esercizio abusivo di professione continuato e falsità materiale. Durante la perquisizione nel "falso" studio medico i militari hanno trovato anche una trentina di schede relative ai pazienti. Tutto è partito dalla segnalazione fatta dal vero medico, un professionista di Noale che aveva scoperto come qualcuno usasse le sue generalità per prescrivere le cure.