Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/321: COSA È SUCCESSO A FRANCESCO MOLINARI?

Il campione azzurro dovrebbe tornare in campo ad agosto


LONDRA - È troppo tempo che non troviamo in campo Francesco Molinari. L’ultima volta è stato a marzo, quand’era andato a difendere il titolo nella 54ª edizione dell’Arnold Palmer Invitational, una delle più prestigiose gare del PGA Tour. Si svolgeva al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/320 - CAMPI/28: IL GOLF CLUB FRASSANELLE

Buche lunghe nel verde dei Colli Euganei


ROVOLON (PD) - Inserito in una luminosa tenuta, il Golf Frassanelle esprime la raffinatezza del nobiluomo Alberto Papafava che nel 1860 creò questo parco nel comune di Rovolon, su un’altura situata all’estremità settentrionale dei Colli Euganei. L’aristocratico...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/319: SPETTACOLO CON GRANDI CAMPIONI ALL'RBC HERITAGE

Successo per Webb Simpson e il suo swing particolare


HILTON HEAD  (USA) - Spettacolo con grandi campioni, sul percorso dell’Harbour Town Golf Links, a Hilton Head nel South Carolina, per l'Rbc Heritage. Sono al via i primi sei giocatori del mondo, compreso ovviamente Jon Rahm, che la scorsa settimana è uscito al taglio, e ora...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Appuntamento con la danza a Bassano del Grappa

KOREA CONNECTION PROJECT A OPERAESTATE

Un inedito incrocio tra Svezia e Corea


Nuovi appuntamenti con la danza per la rassegna Opera Estate di Bassano del Grappa (VI). Prima nazionale assoluta venerdì 26 luglio alle 21.00 per un inedito incrocio tra est e ovest, tra la compagnia svedese Skånes Dansteater e la Korea National Contemporary Dance Company di Seoul con il progetto "Korea Connection". Un esclusivo scambio di danza con due creazioni che risuonano tra tradizione e contemporaneità, in equilibrio tra la calma contemplazione e il desiderio di scoperta. La prima coreografia: "The longest distance between two points" (La distanza più lunga tra due punti) è opera del coreografo Fernando Melo, direttore della compagnia svedese, ed è una sorprendente riflessione sull’instancabile impegno che mettiamo nell’annientare le vicinanze che ci farebbero sentire bene. La seconda coreografia, "Burnt offering" (Offerta bruciata), è opera del coreografo coreano Hyerim Jang. Il punto di partenza è il "Seungmu", danza tradizionale coreana che esprime la forza di resistere alla tentazione.
I ballerini sul palcoscenico, simili a minatori che lavorano duramente, traducono il rituale classico in una versione contemporanea dove il tempo viene bruciato dalla nera fatica.