Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/340: L'AUGUSTA MASTERS INCORONA DUSTIN JOHNSON

Insolita collocazione autunnale per l'ultimo major


AUGUSTA - Un Masters Tournament insolito, giocato a metà novembre anziché ad aprile, non primo, ultimo major. L’autunno propone tutt’altra scenografia rispetto al clima primaverile quando l’Augusta in Georgia ama fare sfoggio di un mare di fiori: distese di...continua

Attualitā
PILLOLE DI GOLF/339: FRANCESCO MOLINARI, AL RIETRO, Č 15° A HOUSTON

Carlos Ortiz regala al Messico un successo dopo 40 anni


HOUSTON (USA) - Francesco Molinari è tornato in campo per partecipare al Vivint Houston Open, torneo del PGA Tour in programma sul par 70 del Memorial Park Golf Course di Houston in Texas. Qualcuno lo definisce “la gara dei grandi ritorni”. Tra i più attesi, oltre a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/338: ALL'ASOLO GOLF IL TROFEO CA' DEL POGGIO

Evento tra sport, musica e convilitā, con star Mal dei Primitives


SAN PIETRO DI FELETTO - Una partita di Golf coronata da una gustosissima serata. Centoquattro hanno partecipato alla gara: musicisti, cantanti o semplicemente amanti della musica, al seguito di Paul Bradley Couling, in arte Mal dei Primitives. Era la tappa finale del Challenge AICMG,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Mercoledi 24 sciopero generale dei trasporti

BUS E TRENI SI FERMANO

Gli aerei si fermeranno venerdi 26 luglio.


VENEZIA. Sarà Sciopero generale dei trasporti mercoledì 24 luglio mentre il trasporto aereo si fermerà venerdì 26 luglio. Queste le modalità dello sciopero proclamato da Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti:

Ferrovie dalle 09.00 alle 17.00, intero turno negli appalti FS, merci e logistica 4 ore articolate a inizio o fine turno e intera prestazione per tutto il personale viaggiante.

Trasporto Pubblico Locale (tram e bus) 4 ore articolate in ogni provincia,

Portuali, marittimi e rimorchiatori intera giornata lavorativa.

Anas e Veneto Strade 4 ore per i turnisti; tutti gli altri intera giornata lavorativa.

Autonoleggio e parcheggi 4 ore lavoratori in 146/90 e intero turno tutti gli altri.

Trasporto Aereo 26 luglio dalle 10 alle 14.

Nel Veneto durante gli scioperi del 24 sono previsti: presidi e volantinaggi nel porto di Venezia, negli interporti di Padova e Verona, presidi e volantinaggi nelle aziende di Vicenza e Treviso, Lo stesso nelle stazioni ferroviarie di Venezia, Mestre, Verona. Sono previsti incontri con la Prefettura di Padova e di Verona. Infine, presidio e volantinaggio per informare l’utenza sulle ragioni dello sciopero in aeroporto a Venezia il 26 luglio.

“Con lo sciopero – afferma Renzo Varagnolo, segretario generale della Fil Cgil del Veneto – intendiamo sollecitare il Governo a dare finalmente quelle risposte indispensabili per un settore strategico, a partire da infrastrutture, politica dei trasporti e regole.

Non si può aspettare oltre. Il Governo non fa le scelte che dovrebbe per la modernizzazione dei settori, per il loro sviluppo, per i diritti dei lavoratori e la tutela del lavoro, del Contratto e del reddito, oltre che per la sicurezza.

In tutti i settori i rapidi processi di trasformazione sono privi di regia ed avanzano senza regole, penalizzando i lavoratori e rendendo instabili le prospettive.

Da troppi anni scontiamo l’assenza di una politica dei trasporti (delle merci e delle persone) indispensabile per far ripartire il Paese e rilanciarne la competitività.

Mancano regole che impediscano la competizione sleale, illegale, al ribasso, e privilegino sicurezza, tutela dell’ambiente, legalità contro il dumping contrattuale e gli oligopoli delle multinazionali che sfruttano territorio e lavoro.

Da un anno il Governo non si confronta con il sindacato mentre noi chiediamo un “nuovo patto per i trasporti”. Basta limitazioni al diritto di sciopero nei servizi pubblici e sì agli investimenti per un lavoro più sicuro, perché troppi sono gli infortuni ed i morti sul lavoro, soprattutto negli appalti e nel lavoro precario dove vi sono meno diritti e controlli.

Va rilanciato il lavoro in ferrovia e nel trasporto pubblico locale e va rilanciato il servizio pubblico dando certezza alle risorse.

La logistica e l’autotrasporto sono in mano a multinazionali dove spesso la competizione si gioca sul costo del lavoro e sui diritti. Occorre applicare a tutti il Contratto Nazionale e serve un maggiore controllo sul cabotaggio internazionale.

Nei porti le trasformazioni devono essere governate attraverso la contrattazione e la competizione deve tenere conto delle professionalità dei lavoratori e del loro Contratto; la legge sui porti tutela il lavoro e non va modificata.

Nelle autostrade va tutelato il lavoro anche in ambito di rinnovo delle concessioni attraverso la clausola sociale e, complessivamente, nella viabilità va mantenuto il governo pubblico delle gestioni.

Nel trasporto aereo i problemi si moltiplicano: dalla crisi di Alitalia alla deregolamentazione del lavoro negli aeroporti, alla precarietà del lavoro e dei diritti dei lavoratori per i quali la situazione si sta aggravando da anni.

Il rinnovo di tutti i contratti nazionali scaduti è una delle priorità della nostra lotta, per avere diritti e regole per tutelare i lavoratori, la loro sicurezza il loro futuro rispetto alle grandi trasformazioni”.