Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/277: A PADOVA IL GOLF GIOVANILE INTERNAZIONALE

L'U.S. Kids Venice Open ospitato tra Galzignano, Montecchia e Frassenelle


PADOVA - È ancora una volta a Padova l’International U.S. Kids Venice Open, affollata da centinaia di atleti, provenienti da ogni parte del mondo. L’U.S. Kids è istituzione americana con 27 circoli affiliati in Italia, che ha il fine di aprire il Golf ai più...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/276: LA CALMA DI PATRICK REED È VINCENTE AL NORTHERN TRUST

Lo statunitense bissa il successo del 2016 nel primo torneo della FedEx Cup


NEW JERSEY (USA) - È questa la prima delle tre gare valide per la FedEx Cup, inserita nel corso della stagione PGA Tour: tre tornei a eliminazione, giocati nel mese di agosto, che portano all’assegnazione di una grossa somma di denaro: 15 milioni di dollari del Jackpot al vincitore di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/275: LA FAVOLA DI "CENERENTOLA" SHIBUNO DIVENTA REALTÀ

La giapponese regina del British Open femminile


LITTE BRICKHILL (GBR) - È tempo di dare visibilità al Golf femminile, a “quell’altra metà del cielo”, che rende più brioso il Campo da Golf. L’organizzatore del torneo, il Royal & Ancient Golf Club di St. Andrews, la massima autorità...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Proclamato lo stato di agitazione unitario

POCO PERSONALE NELLE SALE OPERATORIE, I SINDACATI IN AGITAZIONE

Secondo i sindacati sono una quarantina le figuere mancanti


TREVISO - Nelle sale operatorie dell'ospedale di Treviso mancano almeno 40 figure professionali tra infermieri e operatori. Un numero stimato per difetto dai sindacati che al termine di un'assemblea hanno deciso di proclamare lo stato di agitazione.
“Da tempo denunciamo la grave carenza di personale delle sale operatorie del Ca’ Foncello, che sono tra l’altro uno dei punti di eccellenza del nostro sistema sanitario", spiegano Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fp e Nursing Upi n una nota congiunta. I rappresentanti dei lavoratori denunciano le criticità che mettono a rischio il servizio, come gli sforamenti continui dell’orario giornaliero per completare le sedute operatorie, il numero importante di pronte disponibilità (cioè quel meccanismo che consente all’azienda di chiamare i lavoratori nelle ore notturne o nei festivi per far fronte alle emergenze) unito alla mancanza di un piano per le emergenze operatorie, la gestione della libera professione rispetto all’attività ordinaria. "Sinora, il personale si è fatto carico con grande professionalità e responsabilità nel sopperire a tutte le difficoltà ma non reggono più queste condizioni di lavoro", si legge sempre nella nota.