Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/298: DOPO LE PROTESTE POLITICHE, AD HONG KONG TORNA IL GOLF

Successo per Wade Ormsby, Andrea Pavan unico azzurro


HONG KONG - Era stato rinviato per problemi di sicurezza l'Hong Kong Open. Avrebbe dovuto prendere avvio il 28 novembre, ma i disordini legati alla difficile situazione sociale, riordiamo i continui scontri nel Paese, aveva indotto gli organizzatori ad annullare la gara. Ora questo torneo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/297: L'ALTRA META' DEL GOLF AL FEMMINILE

Ad Evian, in Francia, l'unico major "rosa" d'Europa


EVIAN  - Nel doveroso ricordo del record assoluto di vittorie in campo internazionale conquistate dagli azzurri Bertasio, Gagli, Laporta, Migliozzi, i Molinari, Paratore, Pavan nel 2019, cominciamo il 2020 dando l'onore al Golf femminile, seppur in assenza delle atlete italiane.Il Ladies...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/296 - CAMPI/22: GOLF CLUB ACQUASANTA

Alle porte di Roma, il più antico "green" d'Italia


ROMA - Ha oltre un secolo il Golf Acquasanta, è il più antico d’Italia, è prestigioso, ha segnato l'inizio del golf in Italia. Siamo nel 1885 quando alcuni amici inglesi pensano di realizzarlo. Trovano quella posizione superba che odora di eucalipto e di pino marittimo ai...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Operazione da 106mila euro, 48mila dal ministero degli Interni

NOVE OCCHI ELETTRONICI SI ACCENDONO A TREVISO

Le telecamere saranno operative da inizio 2020


TREVISO - Nove occhi elettronici in altrettanti luoghi sensibili della città. Verranno installati a Treviso grazie anche ai fondi appena messi a disposizione dal ministero dell’Interno. In questi giorni la Prefettura ha comunicato che il Viminale ha stanziato ulteriori 30 milioni di euro per interventi nell’ambito della videosorveglianza: il capoluogo della Marca, che aveva partecipato al bando, beneficerà di 48mila euro.
Serviranno per installare nove dome-cam, camere cioè che possono essere controllate e pilotate dalla centrale operativa, in largo Porta Altinia, Riviera Garibaldi, Piazza delle Istituzioni, parco Uccio, telecamere fisse in Isola Pescheria, Vicolo dei Pescatori e Piazzale della Costituzione, lettori targhe in Strada Canizzano e Via Sant'Antonino .
"Il progetto approvato dalla Giunta comunale nel luglio 2018 con il parere favorevole del Comitato Sicurezza e Ordine pubblico andrà ad implementare l'attuale sistema che conta 135 punti video-sorvegliati presenti in tutta la città", spiega il comandante della Polizia Locale Andrea Gallo. L’ubicazione delle nuove telecamere tiene conto di punti sensibili perché a rischio di degrado urbano e tratti viari per il controllo dei transiti con registrazione delle targhe.
I fondi ministeriali copriranno poco meno della metà della spesa complessiva per l’operazione, pari a circa 106mila euro. Le tempistiche di realizzazione prevedono l'affidamento della fornitura entro metà dicembre: le nuove telecamere potranno essere dunque operative all'inizio del prossimo anno.
"Le telecamere di videosorveglianza rappresentano un valido ausilio all’attività delle Forze dell’Ordine per la sicurezza dei cittadini ma anche un deterrente all’illegalità – sottolinea il sindaco Mario Conte - nelle ultime settimane, per esempio, la videosorveglianza ha permesso di risolvere anche alcuni casi di fuga dei responsabili dopo sinistri stradali. Questi fondi serviranno a potenziare un servizio che renderà Treviso sempre più sicura".