Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Martedi 6 agosto spettacolo nel parco di Villa Correr Pisani

PAOLINI A MONTEBELLUNA CON IL SUO FILO'

Un racconto dialogante sulle scoperte scientifiche e le loro applicazioni


foto di Gianluca Moretto MONTEBELLUNA. Marco Paolini porta in scena una nuova tappa del suo spettacolo incentrato sulla scienza e innovazione: "Filo Filò" è in programma martedi 6 agosto al MEVE di Montebelluna, nel parco di Villa Correr Pisani. La serata è inserita nel cartellone di Opeaestate, il festival promosso dalla Città di Bassano del Grappa in collaborazione con il comune di Montebelluna. Al centro del dialogo in questa versione aggiornata dello spettacolo, il movimento Friday For Future. Nato e orientato dal pensiero di giovani tra i 14 e i 18 anni, questo movimento si rivolge agli adulti , a chi ha potere e responsabilità, ponendo con urgenza alcune domande sul futuro e sulla sostenibilità del Pianeta. Nei giorni successivo alla prima mobilitazione del 15 marzo, Paolini ha indirizzato una lettera a classi di studenti delle superiori che sotto la guida degli insegnanti, l'hanno discussa e hanno articolato speranze e preoccupazioni sul futuro in forma di domande. E' partendo da alcune di queste domande che si dipana "Filo Filò", senza la presunzione di saper rispondere, ma con l'impegno di raccogliere e condividere gli stimoli e di costruire una narrazione che ne tenga conto, con rispetto e attenzione.