Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/329: BRILLA SEMPRE PIÙ LA GIOVANE STELLA DI RASMUS HOJGAARD

Il 19enne danese trionfa all'Isps Handa Uk Championship


SUTTON COLDFIELD (GBR) - Con l'Isps Handa Uk Championship, eccoci alla conclusione dell’”UK Swing”, con due azzurri in campo: Edoardo Molinari e Lorenzo Scalise, unici due italiani presenti al torneo che conclude il ciclo di sei gare denominate “UK Swing”, e che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La riforma Del Rio non è stata confermata dal referendum del 4 marzo 2016

I SINDACI VOGLIONO IL RITORNO DELLA PROVINCIA

Pronto un odg per chiedere al Parlamento di ridare operatività alle province


TREVISO. I Comuni della Provincia di Treviso considerano indispensabile per i cittadini la presenza di una Provincia forte, autorevole, pienamente rappresentativa della comunità, dotata di un’organizzazione adeguata e di risorse finanziarie sufficienti a garantire in tutto il Paese i servizi essenziali loro assegnati in maniera efficiente e tale da rispettare i diritti dei cittadini.

Accogliendo l’invito del Presidente Marcon, in tutti i Consigli Comunali si vota un ordine del giorno per chiedere al Parlamento e al Governo di ridare dignità e operatività agli enti.

Il sistema delle autonomie del Veneto aveva già formalmente espresso la sua posizione, con la sottoscrizione di un documento da parte della Regione del Veneto dopo l’approvazione con deliberazione della Giunta Regionale del 14 maggio, di ANCI Veneto e di UPI Veneto.

“Ringrazio tutti i Sindaci e i Consiglieri Comunali – dichiara il Presidente della Provincia di Treviso e di UPI Veneto Stefano Marcon – per avere espresso, attraverso l’organo rappresentativo dell’intera comunità, l’esigenza di superare gli effetti di una riforma sbagliata. Le Province gestiscono servizi essenziali, come le strade e le scuole, e devono tornare ad avere un’organizzazione adeguata e risorse sufficienti. La riforma Delrio non è stata confermata dal referendum del 4 dicembre 2016 e occorre adesso ridare dignità ad enti che svolgono un ruolo fondamentale nell’architettura istituzionale del Paese”.

“E’ molto importante – continua Marcon – che tale indicazione così forte e chiara provenga da tutti gli amministratori comunali che, attraverso il sistema di elezione di secondo grado, hanno eletto gli attuali organi della Provincia, testimoniando in tal modo la difficoltà e l’incoerenza di un processo di riordino che ha solo avuto effetti negativi sui servizi ai cittadini e sugli interventi sul territorio”.

“Ringrazio infine – conclude Marcon – tutti i Consiglieri Provinciali per l’impegno e il sostegno nella guida dell’Ente e per avere approvatoall’unanimità il documento nell’ultima seduta del Consiglio Provinciale del 23 luglio”.

Ad oggi 73 Consigli Comunali, pari a 697,408 abitanti (79,54% della popolazione provinciale), hanno comunicato l’avvenuta approvazione dell’ordine del giorno.

Altri Comuni hanno comunicato di avere in programma la discussione dell’ordine del giorno nella prossima seduta del Consiglio Comunale.

Il documento, tramite l’UPI, sarà depositato come atto ufficiale ai lavori del Tavolo per la revisione della Riforma presso il Ministero dell’Interno, che si riunirà domani 6 agosto. Sarà altresì trasmesso, a sostegno all’azione dell’UPI, alle massime cariche del Paese – Presidenza della Repubblica, Governo e Parlamento, ai rappresentanti dei partiti e movimenti politici, delle forze politiche e sociali, ad ANCI e Conferenza delle Regioni, per rendere nota la nostra posizione.