Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/346 - CAMPI/30: IL GOLF CLUB ACAYA

Nel cuore del Salento un percorso ricco di fascino e sorprese


VERNOLE (LE) - Siamo nel Salento, nel Leccese, una bella, generosa terra. Una lunghissima teoria di ulivi fa guida per arrivare all’elegante resort “Double Tree by Hilton Acaya”, inserito nel verde della macchia mediterranea, 100 ettari di pregiata vegetazione spontanea....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/345 - CAMPI/29: IL GOLF CLUB PARADISO DEL GARDA

Un percorso tra il lago e il monte Baldo, per giocare nell'"empireo"


PESCHIERA - Progettato dal noto architetto americano Jim Fazio, questo prestigioso circuito golfistico è inserito sull’entroterra gardesano, comodamente adagiato sull’anfiteatro morenico del Basso Garda, costituitosi con i depositi glaciali originati dai residui trasportati due...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/344: A DUBAI LA CORSA AL TITOLO DI RE DEL CIRCUITO 2020

Doppio trionfo inglese: a Fitzpatrick il torneo, a Westwood la "Race"


DUBAI - Sono tanti i milioni in palio al DP World Tour Championship di Dubai, che ha l'onere di laureare il miglior giocatore della stagione. Si sta infatti concludendo al Jumeirah Golf Estates di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, la difficile stagione 2020 dell’European Tour, in sintonia con...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Tema della rassegna 2019 ideata da Andrea Vettoretti: "New Classic World"

IL FESTIVAL CHITARRISTICO DELLE DUE CITTÀ DA ROMA SI SPOSTA A MESTRE

Cambia il secondo cartellone affiancato a quello trevigiano


TREVISO - Doppia novità per il Festival Chitarristico delle Due Città. Una riguardo il tema dell’edizione 2019, l’altra sulla collocazione geografica. Partiamo da quest’ultima: la rassegna trasferisce da Roma a Mestre, il secondo polo del suo programma, affiancandolo come sempre al tradizionale sede di Treviso.
Nato nel 2003 da un’idea del compositore e chitarrista, Andrea Vettoretti, il Festival è giunto alla sua 17esima edizione, organizzato l’associazione Musikrooms, in collaborazione con Comune di Venezia, Comune di Treviso, Provincia di Treviso e Regione Veneto.
“E' un grande orgoglio aver portato il Festival nella nostra città - dichiara Simone Venturini, assessore allo Sviluppo economico del Comune di Venezia – Stiamo investendo molto sulla promozione e diffusione della musica nel territorio, valorizzando quell'idea di città metropolitana, che continuamente estende il proprio assetto urbano.”
“E’ un atto di fiducia verso una realtà dinamica in sintonia con i nuovi orizzonti musicali, che la manifestazione rappresenta da anni” aggiunge Andrea Vettoretti, direttore artistico e musicista di caratura internazionale.
Ed ecco la seconda innovazione: tema del Festival 2019 è “New Classical World”, un concetto che, partendo da un’impostazione accademica dello strumento, lo arricchisce di nuove sonorità per portare lo spettatore in un viaggio emozionale.
Sono otto i concerti previsti: la prima parte (5 spettacoli) del cartellone a Treviso, la seconda (3 concerti) a Mestre. Il cartellone mestrino si aprirà venerdì 27 Settembre, nell’auditorium del Centro Candiani (ore 20.45), ospitando i “Mediterranea” nello spettacolo “La Spagna di Federico Garcia Lorca”, dedicato al flamenco nuovo.
Il giorno dopo, sabato 28 Settembre, sempre all’auditorium Candiani (ore 20.45), andrà in scena “Real...mente Napoli” con Real Duo e Tommaso Chimenti: un concerto di brani dal grande repertorio della “canzone classica partenopea”, riferimento culturale nel mondo. Infine, sabato 5 Ottobre al Teatro Momo (ore 20.45), gran chiusura con “Tango!” del Se.Go.Vi.O. Quartet.
L’obbiettivo del Festival è chiaro: fare dell’asse Treviso-Venezia, un polo di riferimento per i tanti appassionati della “nuova chitarra”, sicuri di portare a Mestre il meglio della nuova scena musicale.