Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/298: DOPO LE PROTESTE POLITICHE, AD HONG KONG TORNA IL GOLF

Successo per Wade Ormsby, Andrea Pavan unico azzurro


HONG KONG - Era stato rinviato per problemi di sicurezza l'Hong Kong Open. Avrebbe dovuto prendere avvio il 28 novembre, ma i disordini legati alla difficile situazione sociale, riordiamo i continui scontri nel Paese, aveva indotto gli organizzatori ad annullare la gara. Ora questo torneo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/297: L'ALTRA META' DEL GOLF AL FEMMINILE

Ad Evian, in Francia, l'unico major "rosa" d'Europa


EVIAN  - Nel doveroso ricordo del record assoluto di vittorie in campo internazionale conquistate dagli azzurri Bertasio, Gagli, Laporta, Migliozzi, i Molinari, Paratore, Pavan nel 2019, cominciamo il 2020 dando l'onore al Golf femminile, seppur in assenza delle atlete italiane.Il Ladies...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/296 - CAMPI/22: GOLF CLUB ACQUASANTA

Alle porte di Roma, il più antico "green" d'Italia


ROMA - Ha oltre un secolo il Golf Acquasanta, è il più antico d’Italia, è prestigioso, ha segnato l'inizio del golf in Italia. Siamo nel 1885 quando alcuni amici inglesi pensano di realizzarlo. Trovano quella posizione superba che odora di eucalipto e di pino marittimo ai...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Tema della rassegna 2019 ideata da Andrea Vettoretti: "New Classic World"

IL FESTIVAL CHITARRISTICO DELLE DUE CITTÀ DA ROMA SI SPOSTA A MESTRE

Cambia il secondo cartellone affiancato a quello trevigiano


TREVISO - Doppia novità per il Festival Chitarristico delle Due Città. Una riguardo il tema dell’edizione 2019, l’altra sulla collocazione geografica. Partiamo da quest’ultima: la rassegna trasferisce da Roma a Mestre, il secondo polo del suo programma, affiancandolo come sempre al tradizionale sede di Treviso.
Nato nel 2003 da un’idea del compositore e chitarrista, Andrea Vettoretti, il Festival è giunto alla sua 17esima edizione, organizzato l’associazione Musikrooms, in collaborazione con Comune di Venezia, Comune di Treviso, Provincia di Treviso e Regione Veneto.
“E' un grande orgoglio aver portato il Festival nella nostra città - dichiara Simone Venturini, assessore allo Sviluppo economico del Comune di Venezia – Stiamo investendo molto sulla promozione e diffusione della musica nel territorio, valorizzando quell'idea di città metropolitana, che continuamente estende il proprio assetto urbano.”
“E’ un atto di fiducia verso una realtà dinamica in sintonia con i nuovi orizzonti musicali, che la manifestazione rappresenta da anni” aggiunge Andrea Vettoretti, direttore artistico e musicista di caratura internazionale.
Ed ecco la seconda innovazione: tema del Festival 2019 è “New Classical World”, un concetto che, partendo da un’impostazione accademica dello strumento, lo arricchisce di nuove sonorità per portare lo spettatore in un viaggio emozionale.
Sono otto i concerti previsti: la prima parte (5 spettacoli) del cartellone a Treviso, la seconda (3 concerti) a Mestre. Il cartellone mestrino si aprirà venerdì 27 Settembre, nell’auditorium del Centro Candiani (ore 20.45), ospitando i “Mediterranea” nello spettacolo “La Spagna di Federico Garcia Lorca”, dedicato al flamenco nuovo.
Il giorno dopo, sabato 28 Settembre, sempre all’auditorium Candiani (ore 20.45), andrà in scena “Real...mente Napoli” con Real Duo e Tommaso Chimenti: un concerto di brani dal grande repertorio della “canzone classica partenopea”, riferimento culturale nel mondo. Infine, sabato 5 Ottobre al Teatro Momo (ore 20.45), gran chiusura con “Tango!” del Se.Go.Vi.O. Quartet.
L’obbiettivo del Festival è chiaro: fare dell’asse Treviso-Venezia, un polo di riferimento per i tanti appassionati della “nuova chitarra”, sicuri di portare a Mestre il meglio della nuova scena musicale.