Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/341: COME FUNZIONA LA QUALYFING SCHOOL?

Alla scoperta dei tornei che promuovono alle competizioni maggiori


TREVISO - Questa settimana andiamo a vedere da vicino come funziona la “Qualifying School”, la serie di tornei dell’Alps Tour che promuovono i talenti mondiali a ottenere la “carta” che permette di partecipare alle competizioni, e come sono regolate le classifiche...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/340: L'AUGUSTA MASTERS INCORONA DUSTIN JOHNSON

Insolita collocazione autunnale per l'ultimo major


AUGUSTA - Un Masters Tournament insolito, giocato a metà novembre anziché ad aprile, non primo, ultimo major. L’autunno propone tutt’altra scenografia rispetto al clima primaverile quando l’Augusta in Georgia ama fare sfoggio di un mare di fiori: distese di...continua

Attualità
PILLOLE DI GOLF/339: FRANCESCO MOLINARI, AL RIETRO, È 15° A HOUSTON

Carlos Ortiz regala al Messico un successo dopo 40 anni


HOUSTON (USA) - Francesco Molinari è tornato in campo per partecipare al Vivint Houston Open, torneo del PGA Tour in programma sul par 70 del Memorial Park Golf Course di Houston in Texas. Qualcuno lo definisce “la gara dei grandi ritorni”. Tra i più attesi, oltre a...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"Troppe piante sacrificate con il progetto di riqualificazione"

A S. MARIA DEL ROVERE TORNA LA BATTAGLIA IN DIFESA DEL VERDE PUBBLICO

Nuova manifestazione in piazza Martiri di Belfiore


TREVISO - No al taglio degli alberi e alla trasformazione della piazza. A Santa Maria del Rovere i cittadini tornano a mobilitarsi contro i lavori previsti nell'area di piazza Martiri di Belfiore.
Se l'amministrazione comunale ha assicurato che verrà rivisto il piano di abbattimenti delle piante delle vie limitrofe, la preoccupazione dei residenti, riuniti nel comitato Sos Belfiore, si concentra anche sulla prospettata riqualificazione della piazza, avviata già dalla precedente giunta e finanziata tramite il bando periferie. Il progetto, secondo i rappresentanti del comitato, rischia non solo di comportare un ulteriore sacrificio di verde, ma anche di compromettere la fruibilità di uno spazio pubblico, importante per il quartiere.
Per questo, il comitato, che ha già raccolto oltre 4mila firme a sostegno della sua campagna, ha organizzato anche una manifestazione, ieri sera, proprio nel parchetto adiacente alla piazza.

Galleria fotograficaGalleria fotografica