Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/333: CON UN ULTIMO GIRO MONSTRE, JOHN CATLIN CONQUISTA L'IRISH OPEN

Out al taglio l'eroe di casa Harrington e gli italiani


IRLANDA DEL NORD - Dopo le tappe di Spagna, l’European Tour torna a nord, per la disputa del “Irish Open”, sponsorizzato da Dubai Duty Free. Si gioca nell’Irlanda del Nord, sul tracciato del Galgorm Castle Golf Club, a Ballymena. Sono tanti i professionisti di spessore, tra...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Presa di mira alcune chiese a Farra di Soligo

LADRI E VANDALI IN CHIESA

Danneggiate le cassettine per la raccolta delle offerte


FARRA DI SOLIGO. Raid ladresco e vandalico in due luoghi sacri, nel comune di Farra di Soligo. I ladri –forse la stessa banda- hanno scassinato nei giorni scorsi tutte le cassette delle offerte sia nella chiesa parrocchiale Santo Stefano Protomartire di Farra di Soligo, sia nel tempietto della Madonna delle Grazie, che fiancheggia l’incrocio tra le strade Provinciali N. 32 di Via dei Colli e Via Belvedere che da Pieve di Soligo porta a Farra di Soligo e la strada comunale di Via G. Marconi che conduce al centro storico nella frazione di Soligo e alla vallata follinese. Dell’intrusione avvenuta nella chiesa arcipretale di Farra di Soligo. Don Brunone De Toffol -che da otto anni gestisce le due parrocchie- ha dichiarato: “Mi sono accorto dei furti domenica sera, quando sono andato in chiesa per chiudere tutte le porte ed ho trovato tutte le cassette delle offerte -compresa quella delle candele che vengono accese dai nostri fedeli di fronte la statua della Vergine Maria- scassinate e svuotate di tutto il denaro contenuto. Non riesco a quantificare il valore del denaro rubato, perché a volte troviamo soltanto degli spiccioli, altre volte delle somme più consistenti, sta di fatto che, io memore dei continui furti (minimo uno o due all’anno) passo ogni settimana a svuotare le cassette delle offerte. Non è soltanto il denaro rubato ma anche il danno che questi energumeni hanno provocato”. –E continua- “Qualche anno fa questi ladruncoli da strapazzo, si limitavano ad estrarre le monetine con la tecnica della calamita, poi, con l’aiuto di un mio parrocchiano, abbiamo escogitato un sistema che impediva questo tipo di prelevamento, ed ora, per raggiungere il loro scopo, i ladri hanno preferito scassinare le cassette, provocando dei danni materiali non indifferenti”. Come tiene a precisare Don Brunone, i furti avvenuti nella chiesa parrocchiale di Farra di Soligo sono stati perpetrati sicuramente di giorno, in quanto le porte della chiesa restato sempre aperte, mentre sul tempietto nella frazione di Soligo, la banda ha agito sicuramente durante le ore notturne.

Diego Berti

Galleria fotograficaGalleria fotografica