Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/278: IL "GIGANTE" BELGA PIETERS TRIONFA AL CZECH MASTERS

Ultimo giro record, Andrea Pavan conquista il terzo posto


PRAGA (REP. CECA) - Lasciamo per il momento tranquilli i 70 più grandi giocatori del mondo, a darsi battaglia nel BMW Championship, la seconda delle tre tappe della FedEx Cup in corso a Medinah nell’Illinois. Il primo torneo, il Northern Trust giocato nel New Jersey, l’abbiamo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/277: A PADOVA IL GOLF GIOVANILE INTERNAZIONALE

L'U.S. Kids Venice Open ospitato tra Galzignano, Montecchia e Frassenelle


PADOVA - È ancora una volta a Padova l’International U.S. Kids Venice Open, affollata da centinaia di atleti, provenienti da ogni parte del mondo. L’U.S. Kids è istituzione americana con 27 circoli affiliati in Italia, che ha il fine di aprire il Golf ai più...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/276: LA CALMA DI PATRICK REED È VINCENTE AL NORTHERN TRUST

Lo statunitense bissa il successo del 2016 nel primo torneo della FedEx Cup


NEW JERSEY (USA) - È questa la prima delle tre gare valide per la FedEx Cup, inserita nel corso della stagione PGA Tour: tre tornei a eliminazione, giocati nel mese di agosto, che portano all’assegnazione di una grossa somma di denaro: 15 milioni di dollari del Jackpot al vincitore di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Centinaia di muri dipinti alle sue spalle

I MURALES DI ALDO REBULI

E' stato definito "il Banksy di Valdobbiadene"


TREVISO - Si torna a parlare di murales, questa volta molto apprezzati dalla maggioranza della gente che li vede passando per la Feltrina o tra le colline di San Pietro di Barbozza. Sono queste alcune delle location scelte dal loro autore, Aldo Rebuli. Quarant'anni, residente a Valdobbiadene, è l'autore di alcuni bellissimi murales raffiguranti per lo più bambini.
Dagli studi come analista chimico, ha poi lavorato come designer e si è dato alla pittura da autodidatta. Uno stile realistico, quasi fotografico, per il quale qualcuno lo ha definito "il Banksy di Valdobbiadene".
La sua prima opera la realizzò a Imer, su un muro che adesso purtroppo non c'è più, e la ricerca della location non è casuale, perchè un muro non vale l'altro.
"Le opere si inseriscono nell'ambiente che le circonda senza deturparlo - ha affermato l'artista - perché l'ambiente è per me la cornice del quadro".
Da cinque anni Rebuli tiene un corso presso il Centro di Salute mentale di Valdobbiadene e al momento ha alle spalle un centinaio di di muri dipinti.
Il prossimo lavoro sarà nelle vicinanze di Valdobbiadene, su un muro decadente, ma appunto molto interessante perché pregno di storia.