Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/329: BRILLA SEMPRE PIÙ LA GIOVANE STELLA DI RASMUS HOJGAARD

Il 19enne danese trionfa all'Isps Handa Uk Championship


SUTTON COLDFIELD (GBR) - Con l'Isps Handa Uk Championship, eccoci alla conclusione dell’”UK Swing”, con due azzurri in campo: Edoardo Molinari e Lorenzo Scalise, unici due italiani presenti al torneo che conclude il ciclo di sei gare denominate “UK Swing”, e che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'uomo era già stato arrestato e scarcerato con l'obbligo di non avvicinarsi alla donna

MINACCIA E SEQUESTRA LA COMPAGNA, ARRESTATO

Aveva continuato a minacciare la compagna con telefonate


Il momento dell'arresto dell'italo brasiliano MASERADA. Era stato arrestato meno di un mese fa per maltrattamenti in famiglia, lesioni aggravate, rapina e sequestro di persona. Un italo brasiliano, titolare di un azienda agricola di Maserada aveva rinchiuso in una stanza la compagna quarantenne e la figlia minore. Poi aveva rubato l'auto della donna e si era schiantato contro un albero. La polizia stradale di Treviso, interventuta sul luogo dell'incidente aveva scoperto le due donne rinchiuse nell'appartamento e le aveva liberate. E' stata la quarantenne a raccontare i maltrattamenti e le vessazioni continue alle quali era sottoposta assieme alla ragazzina. L'uomo è stato arrestato e subito dopo scarcerato con il divieto di avvicinarsi alla donna anche via telefono. Ma il divieto è stato disatteso. Gli agenti della stradale hanno infatti continuato a svolgere le indagini e a pedinare l'uomo scoprendo che continava a telefonare alla compagna minacciandola. Alla luce del suo comportamento è scattato l'arresto: l'uomo è stato accompagnato in carcere a Santa Bona.