Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/346 - CAMPI/30: IL GOLF CLUB ACAYA

Nel cuore del Salento un percorso ricco di fascino e sorprese


VERNOLE (LE) - Siamo nel Salento, nel Leccese, una bella, generosa terra. Una lunghissima teoria di ulivi fa guida per arrivare all’elegante resort “Double Tree by Hilton Acaya”, inserito nel verde della macchia mediterranea, 100 ettari di pregiata vegetazione spontanea....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/345 - CAMPI/29: IL GOLF CLUB PARADISO DEL GARDA

Un percorso tra il lago e il monte Baldo, per giocare nell'"empireo"


PESCHIERA - Progettato dal noto architetto americano Jim Fazio, questo prestigioso circuito golfistico è inserito sull’entroterra gardesano, comodamente adagiato sull’anfiteatro morenico del Basso Garda, costituitosi con i depositi glaciali originati dai residui trasportati due...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/344: A DUBAI LA CORSA AL TITOLO DI RE DEL CIRCUITO 2020

Doppio trionfo inglese: a Fitzpatrick il torneo, a Westwood la "Race"


DUBAI - Sono tanti i milioni in palio al DP World Tour Championship di Dubai, che ha l'onere di laureare il miglior giocatore della stagione. Si sta infatti concludendo al Jumeirah Golf Estates di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, la difficile stagione 2020 dell’European Tour, in sintonia con...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il Comune: "Percentuale di decolli da interpretare"

SÌ ALLE PRESCRIZIONI AMBIENTALI MA RESTANO I VOLI SU TREVISO

La Commissione Via nazionale dà l'ok al masterplan dell'aeroporto


TREVISO - Accolte le prescrizioni in tema ambientale e di salute pubblica, resta però il margine del 21 per cento di decolli sul capoluogo della Marca.

Ha un esito ambivalente il giudizio della Commissione nazionale di Valutazione ambientale sul masterplan dell’aeroporto Canova. L’organismo ministeriale ha recepito la massima parte delle osservazioni già espresse dalla commissione regionale, ma dando l’ok ai 22.500 voli annui in base al piano di sviluppo dell’infrastruttura e all’aumento dei passeggeri, giunti a circa 3,3 milioni, conferma che un quinto degli aerei in partenza potranno passare sopra la città. Vale a dire circa 7 al giorno.

Proprio l’aspetto a cui l’amministrazione comunale si era opposta, sostenendo i rischi dei sorvoli a bassa quota su un’area densamente abitata.

Non a caso, il sindaco Mario Conte e l’assessore all’Ambiente Alessandro Manera hanno diffuso una nota congiunta, spiegando che “resta da interpretare la previsione sulla percentuale massima del 21% di decolli verso Treviso, che verrà valutata dai nostri tecnici nelle sedi opportune”.

A Ca’ Sugana, insomma, vogliono capire se si tratta di una soglia applicabile in particolari condizioni atmosferiche, come avvenuto finora, oppure se questi decolli possano diventare la normalità

Per il resto, la Via nazionale ha ribadito la necessità di attuare una serie mitigazioni sull’impatto dell’aeroporto, dai rischi inquinamento al rumore, fino alla viabilità: confermata come “opera prioritaria”, in particolare, la passerella che consentirà ai viaggiatori di valicare la strada Noalese senza dover bloccare il traffico al semaforo.