Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/345 - CAMPI/29: IL GOLF CLUB PARADISO DEL GARDA

Un percorso tra il lago e il monte Baldo, per giocare nell'"empireo"


PESCHIERA - Progettato dal noto architetto americano Jim Fazio, questo prestigioso circuito golfistico è inserito sull’entroterra gardesano, comodamente adagiato sull’anfiteatro morenico del Basso Garda, costituitosi con i depositi glaciali originati dai residui trasportati due...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/344: A DUBAI LA CORSA AL TITOLO DI RE DEL CIRCUITO 2020

Doppio trionfo inglese: a Fitzpatrick il torneo, a Westwood la "Race"


DUBAI - Sono tanti i milioni in palio al DP World Tour Championship di Dubai, che ha l'onere di laureare il miglior giocatore della stagione. Si sta infatti concludendo al Jumeirah Golf Estates di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, la difficile stagione 2020 dell’European Tour, in sintonia con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/343: IL DUBAI CHAMPIONSHIP AL PARIGINO ANTOIONE ROZIER

Eccellente secondo posto per Francesco Laporta


DUBAI - Questa settimana l’European Tour era impegnato in due appuntamenti: uno in Sudafrica, il South African Open, terzo evento che si celebra lì quest’anno, l’altro Il Dubai Championship, negli Emirati Arabi. Noi seguiamo questo di Dubai, penultimo appuntamento della...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Visite guidate sabato e domenica

LE 34 TEMPERE DI CANOVA

Tornano in Gipsoteca restaurate dopo quattro anni


TREVISO - Tornano a casa in tutto il loro splendore le 34 Tempere di Antonio Canova. Dopo il restauro avvenuto grazie al contributo del Museo Archeologico di Napoli, ritornano alla Gipsoteca di Possagno e saranno visitabili dai prossimi giorni. Sabato e domenica si terranno visite guidate per ammirare le opere su carta del Canova pittore condotte dal direttore Guderzo e dal restauratore Egido Arlando che illustrerà i procedimenti di restauro con una dimostrazione pratica. Dipinte su carta, le Tempere risalgono agli anni 1798-1804 e sono suddivisibili in tre gruppi: le muse, le ninfe e gli amorini, e le danzatrici. L'opera più imponente misura tre metri e rappresenta il "Mercato degli amorini". Un Canova meno conosciuto che cominciò la sua formazione all'Accademia del nudo di Venezia, dalla quale uscivano soprattutto pittori, prima di diventare il genio della scultura neoclassica.