Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE GI GOLF/354: VA A DECHAMBEAU IL TORNEO DEDICATO AD ARNOLD PALMER

Molinarii, vincitore nel 2019, non supera il taglio


FLORIDA (USA) - Continua la corsa in Florida del PGA Tour. Il torneo in atto a Orlando, è l’Arnold Palmer a invito, in cui il nostro Francesco Molinari è il protagonista, tra i più prestigiosi. Una gara che l’azzurro ha già vinto nel 2019, dopo una hole in...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/353: UOMINI & DONNE, SETTIMANA DI GRANDI TORNEI

Si sono giocati Wgc e PortoRico Open e Gainbridge Lpga


STATI UNITI - Questa settimana il PGA si sdoppia, mette in campo il World Golf Championships a Bradenton in Florida, e il Puerto Rico Open a Rio Grande in Porto Rico. Oltre a questi due, ad attrarre l’attenzione c’è il secondo evento stagionale del massimo circuito americano...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/352: FINALE A SORPRESA AL GENESIS, HOMA VINCE AL SUPPLEMENTARE

Il beniamino di casa supera all''ultimo giro Burns, sempre in testa


LOS ANGELES (USA) - Era alla 95esima edizione questo torneo del PGA Tour, a cui hanno partecipato ben otto tra i migliori dieci giocatori al mondo. Si è disputato al Riviera Country Club, nel Temescal Gateway Park, situato entro i confini della città di Los Angeles; un territorio...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Le strisce pedonali più famose della storia

ABBEY ROAD, 50 ANNI FA LO SCATTO

Era l'8 agosto del 1969 quando venne scattata la fotografia a Londra


La foto non venne "al primo colpo": furono fatti sei tentativi. Alla fine, fu scelto il quinto. Una delle curiosità è che Paul McCartney è l'unico a non indossare le scarpe e a non seguire il passo degli altri. Curiosità che ha alimentato la leggenda della sua morte. Era l'8 agosto del 1969: i Beatles attraversano le strisce ad Abbey Road a Londra e si fanno scattare una delle foto più famose della storia. Quella immagine di Iain Macmillian, diventata poi un'opera iconica, immortala John, Ringo, Paul e George all'apice del successo. L’idea iniziale pare non consistesse nell'essere immortalati sulle strisce della via londinese, bensì i Beatles avrebbero dovuto prendere un aereo privato, volare ai piedi del Monte Everest (il disco si sarebbe dovuto chiamare Everest), scattare una fotografia e tornare alla base. Un lavoro dispendioso che portò Paul McCartney ad avere una brillande idea: uscire e fare uno scatto proprio lì, a due passi dallo studio dove l’album fu registrato. Quella foto diventò la copertina dell'album, "Abbey Road". Quelle strisce pedonali nel frattempo sono diventate patrimonio nazionale.