Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/298: DOPO LE PROTESTE POLITICHE, AD HONG KONG TORNA IL GOLF

Successo per Wade Ormsby, Andrea Pavan unico azzurro


HONG KONG - Era stato rinviato per problemi di sicurezza l'Hong Kong Open. Avrebbe dovuto prendere avvio il 28 novembre, ma i disordini legati alla difficile situazione sociale, riordiamo i continui scontri nel Paese, aveva indotto gli organizzatori ad annullare la gara. Ora questo torneo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/297: L'ALTRA META' DEL GOLF AL FEMMINILE

Ad Evian, in Francia, l'unico major "rosa" d'Europa


EVIAN  - Nel doveroso ricordo del record assoluto di vittorie in campo internazionale conquistate dagli azzurri Bertasio, Gagli, Laporta, Migliozzi, i Molinari, Paratore, Pavan nel 2019, cominciamo il 2020 dando l'onore al Golf femminile, seppur in assenza delle atlete italiane.Il Ladies...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/296 - CAMPI/22: GOLF CLUB ACQUASANTA

Alle porte di Roma, il più antico "green" d'Italia


ROMA - Ha oltre un secolo il Golf Acquasanta, è il più antico d’Italia, è prestigioso, ha segnato l'inizio del golf in Italia. Siamo nel 1885 quando alcuni amici inglesi pensano di realizzarlo. Trovano quella posizione superba che odora di eucalipto e di pino marittimo ai...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Un 22enne nigeriano arrestato e condannato a un anno

DROGA AI GIARDINETTI, PRESO LO SPACCIATORE

In due mesi oltre cento controlli da parte della polizia locale


TREVISO. Continua la lotta allo spaccio di stupefacenti ai giardinetti di Sant'Andrea di via Toniolo: nel tardo pomeriggio di ieri gli agenti della Polizia Locale di Treviso hanno tratto in arresto un nigeriano di 22 anni, sorpreso con dieci dosi di marijuana e un altro involucro con un etto della stessa sostanza. L'azione repressiva, realizzata dal nucleo di Polizia giudiziaria insieme al Pronto intervento, è proseguita nell'appartamento dove è ospitato il nigeriano, situato sempre in Città: in un armadio è stata reperita altra sostanza ed elementi utili ai fini delle indagini. Durante la perquisizione un suo connazionale ha pure cercato di opporsi ai controlli e per questo è stato denunciato per resistenza a Pubblico Ufficiale. Nel medesimo appartamento è stato sorpreso il proprietario, di nazionalità brasiliana, intento a consumare cocaina: per tale attività sarà deferito alle autorità amministrative. Le manette sono scattate a conclusione di una serie di indagini e servizi mirati al contrasto dello spaccio di droga e al degrado urbano sull'area di via Fiumicelli e via Toniolo dove le azioni di prevenzione e repressione da parte della Polizia Locale sono pressoché quotidiane. «Solo negli ultimi due mesi stati effettuati un centinaio di controlli ed interventi in via Toniolo, nell’area dei giardini, e nelle zone circostanti», spiega il comandante della Polizia Locale Andrea Gallo. «Siamo consapevoli che il problema, radicato da molti anni, non sia facile da debellare ma la presenza degli agenti e le azioni repressive come quella di ieri dimostrano che la soglia di attenzione verso questi problemi è sempre molto alta». Il ventiduenne, rimasto in cella in comando fino all'udienza per direttissima tenutasi questa mattina al Tribunale di Treviso, è stato condannato ad un anno di reclusione e 1400 euro di multa.


Galleria fotograficaGalleria fotografica