Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/329: BRILLA SEMPRE PIÙ LA GIOVANE STELLA DI RASMUS HOJGAARD

Il 19enne danese trionfa all'Isps Handa Uk Championship


SUTTON COLDFIELD (GBR) - Con l'Isps Handa Uk Championship, eccoci alla conclusione dell’”UK Swing”, con due azzurri in campo: Edoardo Molinari e Lorenzo Scalise, unici due italiani presenti al torneo che conclude il ciclo di sei gare denominate “UK Swing”, e che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La Cna interviene dopo la rottura Lega-M5s

GOVERNO IN CRISI, I TIMORI DEGLI ARTIGIANI

Conte: "Molte questioni aperte ed una situazione economica non certo florida"


Alessandro Conte, presidente Cna del Veneto VENEZIA. “Una crisi di governo proprio non ci voleva in un momento decisivo per molte questioni aperte ed una situazione economica non certo florida. Siamo molto preoccupati e confidiamo che la classe politica italiana riesca a dare stabilità al Paese e si assuma la responsabilità di affrontare una legge di bilancio non facile e di supportare l’economia del Paese”.

Alessandro Conte, Presidente di CNA Veneto, esprime lo smarrimento degli artigiani veneti rispetto all’evolversi negativo della situazione politica italiana.

Alle imprese, sostiene Conte, serve stabilità per affrontare le sfide che l’agenda ha in priorità, dalla legge di bilancio alla riduzione delle tasse, dalla salvaguardia che scongiuri l’aumento dell’IVA, alla realizzazione delle grandi opere e delle infrastrutture necessarie allo sviluppo economico e dei territori, a partire dalla TAV.

“Siamo preoccupati per l’effetto che la crisi potrà avere su questioni per noi importantissime, come l’abrogazione dell’articolo 10 della legge di conversione del decreto sviluppo, per scongiurare la penalizzazione delle piccole imprese sullo sconto in fattura dei lavori di efficientamento energetico, sulla quale il governo si era impegnato comprendendo le nostre richieste, come la riduzione delle tasse alle imprese e del cuneo fiscale per i dipendenti, e come l’autonomia differenziata, che le imprese attendono declinata come strumento di supporto allo sviluppo economico e agli investimenti”, conclude Alessandro Conte.