Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/277: A PADOVA IL GOLF GIOVANILE INTERNAZIONALE

L'U.S. Kids Venice Open ospitato tra Galzignano, Montecchia e Frassenelle


PADOVA - È ancora una volta a Padova l’International U.S. Kids Venice Open, affollata da centinaia di atleti, provenienti da ogni parte del mondo. L’U.S. Kids è istituzione americana con 27 circoli affiliati in Italia, che ha il fine di aprire il Golf ai più...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/276: LA CALMA DI PATRICK REED È VINCENTE AL NORTHERN TRUST

Lo statunitense bissa il successo del 2016 nel primo torneo della FedEx Cup


NEW JERSEY (USA) - È questa la prima delle tre gare valide per la FedEx Cup, inserita nel corso della stagione PGA Tour: tre tornei a eliminazione, giocati nel mese di agosto, che portano all’assegnazione di una grossa somma di denaro: 15 milioni di dollari del Jackpot al vincitore di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/275: LA FAVOLA DI "CENERENTOLA" SHIBUNO DIVENTA REALTÀ

La giapponese regina del British Open femminile


LITTE BRICKHILL (GBR) - È tempo di dare visibilità al Golf femminile, a “quell’altra metà del cielo”, che rende più brioso il Campo da Golf. L’organizzatore del torneo, il Royal & Ancient Golf Club di St. Andrews, la massima autorità...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Sì di Iccrea all'aggregazione tra le due bcc

MONSILE, NUOVO DIRETTORE E VIA ALLA FUSIONE CON PORDENONESE

Moreno Favaretto alla guida della banca di Monastier


MONASTIER - Moreno Favaretto è il nuovo Direttore generale di Banca di Monastier e del Sile Credito Cooperativo. 61 anni, coniugato con 2 figli, Moreno Favaretto diventa Direttore generale dopo essere stato già Vice direttore della BCC dal 2011. In precedenza, Favaretto è stato responsabile del Centro Imprese Area Nord Est di Barclays e responsabile dello sviluppo filiali per Bipop Carire.
Favaretto succede ad Arturo Miotto, Direttore generale di BCC di Monastier e del Sile dal 2013 al 2019, oggi Direttore generale di Banca Mediocredito del Friuli Venezia Giulia, la banca del Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea per lo sviluppo del territorio del Friuli Venezia Giulia.
“La scelta di Moreno Favaretto segue la logica della continuità – ha commentato Antonio Zamberlan, presidente di Banca di Monastier e Sile – in ragione dell’importante e impegnativo percorso che la nostra BCC ha osservato in questi ultimi anni. In questo senso, ad Arturo Miotto va il ringraziamento da parte di tutto il Consiglio di Amministrazione di Banca di Monastier e Sile per il fondamentale lavoro svolto a beneficio della BCC, e i migliori auguri per i progetti futuri che lo vedono coinvolto all’interno del Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea”.
Insieme al nuovo Direttore generale della Banca, Favaretto, il Consiglio di Amministrazione di Banca di Monastier e del Sile ha nominato Alessandro Darsiè a Vice direttore generale. Darsiè, 45 anni, coniugato con 2 figli e in BCC dal 2004, in precedenza ha lavorato presso il gruppo Intesa e FriulAdria.
Il presidente Zamberlan infine sottolinea “che la nuova Direzione generale continuerà a lavorare con le finalità che contraddistinguono una BCC: attenzione al territorio, ai soci, alle famiglie e alle imprese, per cui la Banca deve continuare a rappresentare un punto di riferimento puntuale e solido”.
Oltre alle nuove nomine, BCC di Monastier e del Sile sta proseguendo l’analisi del piano di fusione con BCC Pordenonese. Il piano, che ha ricevuto ieri 08 agosto il parere positivo dal Consiglio di Amministrazione di Iccrea Banca – in qualità di Capogruppo del Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea e in base alla nuova normativa del Credito Cooperativo – si inserisce in un ampio ambito di confronto tra le due BCC. Avviato in via del tutto autonoma da entrambe le Banche, al termine di un cammino di reciproca conoscenza, l’iniziativa di aggregazione ha ricevuto l’approvazione unanime da parte dei rispettivi CdA. Il piano di fusione, da oggi al vaglio della Banca Centrale Europea, prevede quindi lo sviluppo di un percorso per rafforzare iniziative di mutualità comune tra due territori vicini, nel rispetto delle peculiarità locali e a tutela delle basi sociali e delle comunità di riferimento.
A garanzia dell’equilibrio dei rapporti tra le due BCC, saranno adottati dei formali patti parasociali, che verranno poi sottoposti all’approvazione dei soci in occasione dell’Assemblea straordinaria che dovrà sancire l’aggregazione tra le due Banche.