Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/329: BRILLA SEMPRE PIÙ LA GIOVANE STELLA DI RASMUS HOJGAARD

Il 19enne danese trionfa all'Isps Handa Uk Championship


SUTTON COLDFIELD (GBR) - Con l'Isps Handa Uk Championship, eccoci alla conclusione dell’”UK Swing”, con due azzurri in campo: Edoardo Molinari e Lorenzo Scalise, unici due italiani presenti al torneo che conclude il ciclo di sei gare denominate “UK Swing”, e che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Sì di Iccrea all'aggregazione tra le due bcc

MONSILE, NUOVO DIRETTORE E VIA ALLA FUSIONE CON PORDENONESE

Moreno Favaretto alla guida della banca di Monastier


MONASTIER - Moreno Favaretto è il nuovo Direttore generale di Banca di Monastier e del Sile Credito Cooperativo. 61 anni, coniugato con 2 figli, Moreno Favaretto diventa Direttore generale dopo essere stato già Vice direttore della BCC dal 2011. In precedenza, Favaretto è stato responsabile del Centro Imprese Area Nord Est di Barclays e responsabile dello sviluppo filiali per Bipop Carire.
Favaretto succede ad Arturo Miotto, Direttore generale di BCC di Monastier e del Sile dal 2013 al 2019, oggi Direttore generale di Banca Mediocredito del Friuli Venezia Giulia, la banca del Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea per lo sviluppo del territorio del Friuli Venezia Giulia.
“La scelta di Moreno Favaretto segue la logica della continuità – ha commentato Antonio Zamberlan, presidente di Banca di Monastier e Sile – in ragione dell’importante e impegnativo percorso che la nostra BCC ha osservato in questi ultimi anni. In questo senso, ad Arturo Miotto va il ringraziamento da parte di tutto il Consiglio di Amministrazione di Banca di Monastier e Sile per il fondamentale lavoro svolto a beneficio della BCC, e i migliori auguri per i progetti futuri che lo vedono coinvolto all’interno del Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea”.
Insieme al nuovo Direttore generale della Banca, Favaretto, il Consiglio di Amministrazione di Banca di Monastier e del Sile ha nominato Alessandro Darsiè a Vice direttore generale. Darsiè, 45 anni, coniugato con 2 figli e in BCC dal 2004, in precedenza ha lavorato presso il gruppo Intesa e FriulAdria.
Il presidente Zamberlan infine sottolinea “che la nuova Direzione generale continuerà a lavorare con le finalità che contraddistinguono una BCC: attenzione al territorio, ai soci, alle famiglie e alle imprese, per cui la Banca deve continuare a rappresentare un punto di riferimento puntuale e solido”.
Oltre alle nuove nomine, BCC di Monastier e del Sile sta proseguendo l’analisi del piano di fusione con BCC Pordenonese. Il piano, che ha ricevuto ieri 08 agosto il parere positivo dal Consiglio di Amministrazione di Iccrea Banca – in qualità di Capogruppo del Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea e in base alla nuova normativa del Credito Cooperativo – si inserisce in un ampio ambito di confronto tra le due BCC. Avviato in via del tutto autonoma da entrambe le Banche, al termine di un cammino di reciproca conoscenza, l’iniziativa di aggregazione ha ricevuto l’approvazione unanime da parte dei rispettivi CdA. Il piano di fusione, da oggi al vaglio della Banca Centrale Europea, prevede quindi lo sviluppo di un percorso per rafforzare iniziative di mutualità comune tra due territori vicini, nel rispetto delle peculiarità locali e a tutela delle basi sociali e delle comunità di riferimento.
A garanzia dell’equilibrio dei rapporti tra le due BCC, saranno adottati dei formali patti parasociali, che verranno poi sottoposti all’approvazione dei soci in occasione dell’Assemblea straordinaria che dovrà sancire l’aggregazione tra le due Banche.