Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/329: BRILLA SEMPRE PIÙ LA GIOVANE STELLA DI RASMUS HOJGAARD

Il 19enne danese trionfa all'Isps Handa Uk Championship


SUTTON COLDFIELD (GBR) - Con l'Isps Handa Uk Championship, eccoci alla conclusione dell’”UK Swing”, con due azzurri in campo: Edoardo Molinari e Lorenzo Scalise, unici due italiani presenti al torneo che conclude il ciclo di sei gare denominate “UK Swing”, e che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Professore a Ca' Foscari, era stato anche assessore e candidato sindaco

ADDIO A FERRUCCIO BRESOLIN, ECONOMISTA E CONSIGLIERE DI CASSAMARCA

Si è spento ieri sera: in novembre avrebbe compiuto 84 anni


TREVISO - Addio a Ferruccio Bresolin, ecoonomista, professore universitario, a lungo consigliere di Fondazione Cassamarca. Nato a Trieste, ma da sempre trevigiano, il prossimo 23 novembre avrebbe compiuto 84 anni, negli ultimi mesi le sue condizioni di salute erano andate via via declinando fino alla morte, avvenuta venerdì intorno alle 22.
Dal 1980 era stato professore ordinario di Economia politica internazionale all’università di Ca’ Foscari di Venezia, fino a quando era andato in pensione nel 2009. Numerosi gli incarici accademici ricoperti, aveva insegnano anche nelle università di Padova, Perugia e Udine, oltre che in prestigiosi atenei stranieri come l'Accademia delle Scienze di Mosca e Leningrado, l’università di California a Berkeley e l’Università del Western Australia di Perth.
Vicino a Dino De Poli, era stato segretario generale della Cassa di risparmio di Treviso dal 1970 al 1980 e poi consigliere di Fondazione Cassamarca dal 1998, ruolo che aveva lasciato lo scorso dicembre, proprio in contemporanea all’uscita dell’ex presidente. Componente di organismi di varie società private e consulente di enti pubblici, era stato anche consigliere comunale e assessore a Treviso dal 1975 al 1980. Nel 1998 era stato anche candidato sindaco per il centrodestra, pur rimanendo escluso dal ballottaggio nell’elezione che vide la conferma per il secondo mandato di Giancarlo Gentilini. Sposato, aveva un figlio.

IL CORDOGLIO DI LUCA ZAIA


"Ho avuto la fortuna di conoscere il professor Bresolin e di apprezzarne le doti umane e professionali. Per la sua esperienza e capacità di analisi sui temi dell’economia, egli è stato per molto tempo nel Veneto un punto di riferimento, una voce autorevole per comprendere i mutamenti e lo sviluppo del nostro territorio". Così il presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, ricorda il professor Ferruccio Bresolin. "Per anni è stato un attento osservatore dell’evoluzione dell’economia veneta – conclude Zaia – e con lui se ne va un pezzo della nostra storia, un personaggio fortemente legato alla terra trevigiana. Personalmente e a nome della Regione del Veneto porgo ai suoi familiari e parenti le più sentite condoglianze".