Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/333: CON UN ULTIMO GIRO MONSTRE, JOHN CATLIN CONQUISTA L'IRISH OPEN

Out al taglio l'eroe di casa Harrington e gli italiani


IRLANDA DEL NORD - Dopo le tappe di Spagna, l’European Tour torna a nord, per la disputa del “Irish Open”, sponsorizzato da Dubai Duty Free. Si gioca nell’Irlanda del Nord, sul tracciato del Galgorm Castle Golf Club, a Ballymena. Sono tanti i professionisti di spessore, tra...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

600 tifosi nell'afa della palestra di Sant'Antonino hanno salutato la squadra

TANTO... CALORE AL PRIMO RADUNO IN A DELLA DE LONGHI

Menetti: "Con due retrocessioni sarà durissima."


TREVISO - Celebrato oggi alla palestra di Sant'Antonino il primo raduno di serie A della De' Longhi: 600 tifosi ad applaudire la squadra, che manca di Tessitori, Parks, Fotu e Turner, grande entusiasmo e voglia di ben figurare in un campionato comunque molto difficile, con due retrocessioni. Coach Max Menetti: "Il tema è non dimenticare ma mettere in archivio le cose belle vissute in A2 per affrontare un torneo veramente molto difficile. Dovremo cavalcare l’entusiasmo di un pubblico che era già da serie A: l’A2 non la vedevo da otto anni, in questo campionato direi che qualche partita l’ho vissuta. Mi rendo conto che probabilmente il livello della pallacanestro italiana non è più, com’è stato per tanti anni, fra le prime tre d’Europa, ma sicuramente la lotta per la salvezza sarà la più dura fra tutti i tornei continentali. La grande novità è che dopo un po' sono tornate le due retrocessioni: la lotta per non tornare in A2 già era durissima quando c’era una sola retrocessione, figuratevi adesso che fra i grandi avversari ci sono Virtus Bologna e Cremona, due che in passato erano retrocesse. Quindi questa serie A è una realtà dove se non ti presenti pronti può succedere di tutto a tutti, non solo alle neopromosse. Una volta che avremo centrato questo obiettivo diciamo che l‘ambizione, come sempre non ci manca e nemmeno stavolta ci tireremo indietro. Ovvio che giocare per la salvezza è completamente diverso che farlo per vincere un campionato. Tutto questo ci costerà tanta fatica e sudore.”