Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/319: SPETTACOLO CON GRANDI CAMPIONI ALL'RBC HERITAGE

Successo per Webb Simpson e il suo swing particolare


HILTON HEAD  (USA) - Spettacolo con grandi campioni, sul percorso dell’Harbour Town Golf Links, a Hilton Head nel South Carolina, per l'Rbc Heritage. Sono al via i primi sei giocatori del mondo, compreso ovviamente Jon Rahm, che la scorsa settimana è uscito al taglio, e ora...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/318: SI TORNA A GIOCARE AL CHARLES SCHWAB CHALLENGE

Riparte il Pga Tour con un field da grandi occasioni


FORT WORTH (USA) - Era tempo, i professionisti mordevano il freno! Si gioca al Colonial National Invitation Tournament, che per sponsorizzazione dal 2019 si chiama Charles Schwab Challenge. È un torneo di golf del PGA Tour, che ogni anno, a maggio, ha luogo presso il Colonial Country, a Fort...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/317- CAMPI/27: IL GOLF CLUB ANTOGNOLLA

Nella verde Umbria alcune delle 18 buche più impegnative d'Italia


PERUGIA - Oggetto di piani molto ambiziosi, il Golf umbro Antognolla, con il suo resort, è destinato a diventare una perla del Golf in Italia. Avevo avuto il piacere di visitarlo molto tempo fa, era il 2011, e ancora ricordo la competizione cui ho partecipato in quell’ambiente, che nel...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

600 tifosi nell'afa della palestra di Sant'Antonino hanno salutato la squadra

TANTO... CALORE AL PRIMO RADUNO IN A DELLA DE LONGHI

Menetti: "Con due retrocessioni sarà durissima."


TREVISO - Celebrato oggi alla palestra di Sant'Antonino il primo raduno di serie A della De' Longhi: 600 tifosi ad applaudire la squadra, che manca di Tessitori, Parks, Fotu e Turner, grande entusiasmo e voglia di ben figurare in un campionato comunque molto difficile, con due retrocessioni. Coach Max Menetti: "Il tema è non dimenticare ma mettere in archivio le cose belle vissute in A2 per affrontare un torneo veramente molto difficile. Dovremo cavalcare l’entusiasmo di un pubblico che era già da serie A: l’A2 non la vedevo da otto anni, in questo campionato direi che qualche partita l’ho vissuta. Mi rendo conto che probabilmente il livello della pallacanestro italiana non è più, com’è stato per tanti anni, fra le prime tre d’Europa, ma sicuramente la lotta per la salvezza sarà la più dura fra tutti i tornei continentali. La grande novità è che dopo un po' sono tornate le due retrocessioni: la lotta per non tornare in A2 già era durissima quando c’era una sola retrocessione, figuratevi adesso che fra i grandi avversari ci sono Virtus Bologna e Cremona, due che in passato erano retrocesse. Quindi questa serie A è una realtà dove se non ti presenti pronti può succedere di tutto a tutti, non solo alle neopromosse. Una volta che avremo centrato questo obiettivo diciamo che l‘ambizione, come sempre non ci manca e nemmeno stavolta ci tireremo indietro. Ovvio che giocare per la salvezza è completamente diverso che farlo per vincere un campionato. Tutto questo ci costerà tanta fatica e sudore.”