Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/299: AD ABU DHABI WESTWOOD SI IMPONE SU UN SORPRENDENTE LAPORTA

Nel torneo in vigore le norma anti-gioco lento


ABU DHABI - Sono sette gli azzurri che partecipano al Championship di Abu Dhabi, il primo degli otto tornei sponsorizzati dalla Rolex nell’ambito dell’Eurotour. Sono numerosi, i campioni che iniziano l’anno 2020 negli Emirati Arabi Uniti all’Abu Dhabi GC, con lo statunitense...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/298: DOPO LE PROTESTE POLITICHE, AD HONG KONG TORNA IL GOLF

Successo per Wade Ormsby, Andrea Pavan unico azzurro


HONG KONG - Era stato rinviato per problemi di sicurezza l'Hong Kong Open. Avrebbe dovuto prendere avvio il 28 novembre, ma i disordini legati alla difficile situazione sociale, riordiamo i continui scontri nel Paese, aveva indotto gli organizzatori ad annullare la gara. Ora questo torneo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/297: L'ALTRA META' DEL CIELO, IL GOLF AL FEMMINILE

Ad Evian, in Francia, l'unico major "rosa" d'Europa


EVIAN  - Nel doveroso ricordo del record assoluto di vittorie in campo internazionale conquistate dagli azzurri Bertasio, Gagli, Laporta, Migliozzi, i Molinari, Paratore, Pavan nel 2019, cominciamo il 2020 dando l'onore al Golf femminile, seppur in assenza delle atlete italiane.Il Ladies...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

600 tifosi nell'afa della palestra di Sant'Antonino hanno salutato la squadra

TANTO... CALORE AL PRIMO RADUNO IN A DELLA DE LONGHI

Menetti: "Con due retrocessioni sarà durissima."


TREVISO - Celebrato oggi alla palestra di Sant'Antonino il primo raduno di serie A della De' Longhi: 600 tifosi ad applaudire la squadra, che manca di Tessitori, Parks, Fotu e Turner, grande entusiasmo e voglia di ben figurare in un campionato comunque molto difficile, con due retrocessioni. Coach Max Menetti: "Il tema è non dimenticare ma mettere in archivio le cose belle vissute in A2 per affrontare un torneo veramente molto difficile. Dovremo cavalcare l’entusiasmo di un pubblico che era già da serie A: l’A2 non la vedevo da otto anni, in questo campionato direi che qualche partita l’ho vissuta. Mi rendo conto che probabilmente il livello della pallacanestro italiana non è più, com’è stato per tanti anni, fra le prime tre d’Europa, ma sicuramente la lotta per la salvezza sarà la più dura fra tutti i tornei continentali. La grande novità è che dopo un po' sono tornate le due retrocessioni: la lotta per non tornare in A2 già era durissima quando c’era una sola retrocessione, figuratevi adesso che fra i grandi avversari ci sono Virtus Bologna e Cremona, due che in passato erano retrocesse. Quindi questa serie A è una realtà dove se non ti presenti pronti può succedere di tutto a tutti, non solo alle neopromosse. Una volta che avremo centrato questo obiettivo diciamo che l‘ambizione, come sempre non ci manca e nemmeno stavolta ci tireremo indietro. Ovvio che giocare per la salvezza è completamente diverso che farlo per vincere un campionato. Tutto questo ci costerà tanta fatica e sudore.”