Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Vertice in Prefettura dopo l'aggressione di sabato

IL SINDACO DI CAERANO SOTTO VIGILANZA DELLE FORZE DELL'ORDINE

I carabinieri hanno denunciato gli aggressori: padre e due figli nomadi


CAERANO S. MARCO - Il sindaco di Caerano San Marco Gianni Precoma, sarà messo sotto "scorta" da parte delle forze dell'ordine, dopo il pestaggio subito ad opera di alcuni nomadi.
Sull'episodio si è tenuta un'apposita riunione in Prefettura, a Treviso, coordinata dal viceprefetto vicario Antonello Roccoberton. Nel summit è stato deciso di adottare "in via precauzionale, adeguate misure di vigilanza a tutela della persona del sindaco", come spiega una nota della Prefettura stessa.
I carabinieri nel tardo pomeriggio di lunedi hanno fermato i presunti autori: padre e due figli nomadi che da anni gravitano nella zona. Sono stati tutti denunciati.
L'aggressione è avvenuta sabato sera: il sindaco si era recato nella zona da solo (l'unico vigile urbano del comune è in ferie) dopo numerose lamentele da parte dei cittadini. Voleva convincere i nomadi ad andarsene e invece è stato accerchiato e brutalmente picchiato. Ha rimediato una frattura al naso e a due costole e una prognosi di trenta giorni. Secondo il suo stesso racconto, due uomini lo hanno immobilizzato, mentre un terzo lo picchiava. Uno dei nomadi avrebbe anche minacciato di andare a prendere un fucile. Gianni Precoma è riuscito a salire in auto e fuggire, uno degli aggressori gli ha anche scagliato contro una moka per il caffe, causando danni all'auto.
L'episodio ha suscitato la reazione e la solidarietà di tutto il mondo politico. A sostegno del sindaco di Caerano è intervenuto anche il ministro dell'Interno e leader della Lega Matteo Salvini che ha annunciato una vista a Caerano San Marco. Molte le reazione anche da parte dei cittadini che sono vicini al sindaco, in qualche caso, però, gli rimproverano di non aver preso le precauzioni necessarie e di aver voluto affrontare da solo i nomadi.