Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/329: BRILLA SEMPRE PIÙ LA GIOVANE STELLA DI RASMUS HOJGAARD

Il 19enne danese trionfa all'Isps Handa Uk Championship


SUTTON COLDFIELD (GBR) - Con l'Isps Handa Uk Championship, eccoci alla conclusione dell’”UK Swing”, con due azzurri in campo: Edoardo Molinari e Lorenzo Scalise, unici due italiani presenti al torneo che conclude il ciclo di sei gare denominate “UK Swing”, e che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

A Malga Campo Cavallo, sull'Altopiano di Asiago

RECINZIONI ELETTRIFICATE PER DIFENDERSI DAI LUPI

I volontari del CAI hanno installato 600 metri di recinzione


Una nuova recinzione per l'allevamento di Denis Cortese, pastore che ha più di 800 ovini, ma che deve convivere con i lupi nell'altopiano di Asiago. 43 le pecore trovate morte e diversi agnelli spariti nella carneficina del 31 luglio.
Un recinto mobile c'era già, ma non è servito a fermare i lupi. Ora sono intervenuti i volontari del CAI su incarico della regione Veneto e hanno installato un recinto di 600 metri lineari e 2400 di filo elettrificato. Una doppia recinzione quindi per i suoi ovini, una elettrificata e l'altra di legno. Questo non è il primo intervento del CAI in Veneto, e oltre ai recinti elettrificati si è pensato a dissuasori acustici e a sistemi di allarme per proteggere il bestiame. Gli allevatori sono scettici ma Pan ricorda che la Regione Veneto quest'anno ha stanziato 200mila euro per gli indennizzi agli allevatori colpiti, e ha portato a 160mila euro il fondo per la prevenzione attraverso recinti e dissuasori acustici.