Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/321: COSA È SUCCESSO A FRANCESCO MOLINARI?

Il campione azzurro dovrebbe tornare in campo ad agosto


LONDRA - È troppo tempo che non troviamo in campo Francesco Molinari. L’ultima volta è stato a marzo, quand’era andato a difendere il titolo nella 54ª edizione dell’Arnold Palmer Invitational, una delle più prestigiose gare del PGA Tour. Si svolgeva al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/320 - CAMPI/28: IL GOLF CLUB FRASSANELLE

Buche lunghe nel verde dei Colli Euganei


ROVOLON (PD) - Inserito in una luminosa tenuta, il Golf Frassanelle esprime la raffinatezza del nobiluomo Alberto Papafava che nel 1860 creò questo parco nel comune di Rovolon, su un’altura situata all’estremità settentrionale dei Colli Euganei. L’aristocratico...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/319: SPETTACOLO CON GRANDI CAMPIONI ALL'RBC HERITAGE

Successo per Webb Simpson e il suo swing particolare


HILTON HEAD  (USA) - Spettacolo con grandi campioni, sul percorso dell’Harbour Town Golf Links, a Hilton Head nel South Carolina, per l'Rbc Heritage. Sono al via i primi sei giocatori del mondo, compreso ovviamente Jon Rahm, che la scorsa settimana è uscito al taglio, e ora...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

A Malga Campo Cavallo, sull'Altopiano di Asiago

RECINZIONI ELETTRIFICATE PER DIFENDERSI DAI LUPI

I volontari del CAI hanno installato 600 metri di recinzione


Una nuova recinzione per l'allevamento di Denis Cortese, pastore che ha più di 800 ovini, ma che deve convivere con i lupi nell'altopiano di Asiago. 43 le pecore trovate morte e diversi agnelli spariti nella carneficina del 31 luglio.
Un recinto mobile c'era già, ma non è servito a fermare i lupi. Ora sono intervenuti i volontari del CAI su incarico della regione Veneto e hanno installato un recinto di 600 metri lineari e 2400 di filo elettrificato. Una doppia recinzione quindi per i suoi ovini, una elettrificata e l'altra di legno. Questo non è il primo intervento del CAI in Veneto, e oltre ai recinti elettrificati si è pensato a dissuasori acustici e a sistemi di allarme per proteggere il bestiame. Gli allevatori sono scettici ma Pan ricorda che la Regione Veneto quest'anno ha stanziato 200mila euro per gli indennizzi agli allevatori colpiti, e ha portato a 160mila euro il fondo per la prevenzione attraverso recinti e dissuasori acustici.