Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/298: DOPO LE PROTESTE POLITICHE, AD HONG KONG TORNA IL GOLF

Successo per Wade Ormsby, Andrea Pavan unico azzurro


HONG KONG - Era stato rinviato per problemi di sicurezza l'Hong Kong Open. Avrebbe dovuto prendere avvio il 28 novembre, ma i disordini legati alla difficile situazione sociale, riordiamo i continui scontri nel Paese, aveva indotto gli organizzatori ad annullare la gara. Ora questo torneo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/297: L'ALTRA META' DEL GOLF AL FEMMINILE

Ad Evian, in Francia, l'unico major "rosa" d'Europa


EVIAN  - Nel doveroso ricordo del record assoluto di vittorie in campo internazionale conquistate dagli azzurri Bertasio, Gagli, Laporta, Migliozzi, i Molinari, Paratore, Pavan nel 2019, cominciamo il 2020 dando l'onore al Golf femminile, seppur in assenza delle atlete italiane.Il Ladies...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/296 - CAMPI/22: GOLF CLUB ACQUASANTA

Alle porte di Roma, il più antico "green" d'Italia


ROMA - Ha oltre un secolo il Golf Acquasanta, è il più antico d’Italia, è prestigioso, ha segnato l'inizio del golf in Italia. Siamo nel 1885 quando alcuni amici inglesi pensano di realizzarlo. Trovano quella posizione superba che odora di eucalipto e di pino marittimo ai...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Concerti con musicisti internazionali e giovani talenti

NON SOLO BOLLICINE, LE COLLINE DEL PROSECCO RISUONANO DI JAZZ

Dal 4 al 6 ottobre nasce ValdobbiadeneJazz


VALDOBBIADENE - Non di sole bollicine. Tutta Valdobbiadene in autunno vibrerà di jazz. Dal 4 al 6 ottobre prossimi, la capitale del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg, grazie a un evento ideato e organizzato dal Consorzio delle Pro Loco di Valdobbiadene con il sostegno dell’amministrazione comunale, porterà in piazza una serie di concerti con l’obiettivo di valorizzare il salotto buono della città e le attività che lo racchiudono. Il jazz, da sempre, esercita un grande potere attrattivo su un pubblico vasto ed eterogeneo, al quale sarà offerto, otre alla possibilità di ascoltare artisti di fama internazionale, di approfondire la conoscenza del territorio di produzione del Valdobbiadene Docg, la sua storia, le sue tradizioni enogastronomiche, ma non solo. Un progetto innovativo ed organico, che gode del patrocinio del Touring Club Italia, della Regione Veneto e del CUOA di Altavilla Vicentina, e che prende avvio dalla qualità della musica, per poi abbracciare e coinvolgere le attività commerciali e ricettive, le cantine, le scuole, dando quindi forma e sostanza ad un vero e proprio investimento di marketing territoriale, anche alla luce del recente riconoscimento dell’Unesco. ValdobbiadeneJazz è destinato a trasformarsi in evento ricorrente, consolidando l’attrattività turistica locale su scala regionale, nazionale e oltre confine. Il Festival inoltre, diviene parte integrante della collaborazione tra gli operatori locali, costituendo un’opportunità per fare rete, stimolando la crescita del turismo, del commercio e la valorizzazione del paesaggio. Il progetto di rete mira altresì, ad attrarre diverse tipologie di turista, non riconducibili agli appassionati di musica in senso stretto, ma caratterizzando e ampliando l’offerta a chi desidera vivere esperienze sensoriali, emotive e culturali difficilmente ripetibili altrove, uniche.
Struttura del Festival: MAIN CONCERT: concerti con musicisti di fama nazionale ed internazionale. OPEN STAGE: concerti dove si esibiscono giovani musicisti professionisti del territorio nord-est e JAZZ CLUB LIVE: piccoli concerti nei locali della piazza di Valdobbiadene.
Massimo De Nardo e Silvana Curto, di ritorno dall’ultima edizione di UmbriaJazz hanno iniziato a elaborare un sogno, che in breve tempo è diventato realtà, grazie alla collaborazione dell’amministrazione comunale, del Consorzio Valdobbiadene, dell’Ufficio Turistico e della Confraternita di Valdobbiadene, che fin da subito hanno sposato l’iniziativa: “ValdobbiadeneJazz – spiega Massimo De Nardo – ha raccolto l’immediato placet da parte di un nutrito gruppo di sostenitori privati locali, tra cui una banca e molte aziende del settore vitivinicolo e non, ai quali non sono sfuggite, in prospettiva, le implicazioni reputazionali né le ricadute sul territorio, in termini turistici in primis”. La direzione artistica di ValdobbiadeneJazz è stata affidata all’agenzia di spettacolo “ArteRitmi” di Vincenzo Barattin. Location: Auditorium Palazzo Celestino Piva. Teatro Boccasino, locali pubblici di Valdobbiadene, aziende sponsor e Piazza Marconi Soggetti coinvolti: ISISS “G. Verdi” con gli studenti dell’Indirizzo turistico, scientifico, linguistico e tecnico industriale, che inseriti nel modulo di alternanza scuola-lavoro, si occuperanno dell’accoglienza, del supporto tecnico (allestimento palchi, sound check, luci, video) e dei social media. Gli allievi dell’Istituto Professionale DIEFFE lavoreranno sulla accoglienza. Le scuole verranno coinvolte anche nella parte artistica. La domenica mattina sarà infatti dedicata agli istituti scolastici pubblici ad indirizzo musicale e alle associazioni musicali del territorio.
Diego Berti