Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/299: AD ABU DHABI WESTWOOD SI IMPONE SU UN SORPRENDENTE LAPORTA

Nel torneo in vigore le norma anti-gioco lento


ABU DHABI - Sono sette gli azzurri che partecipano al Championship di Abu Dhabi, il primo degli otto tornei sponsorizzati dalla Rolex nell’ambito dell’Eurotour. Sono numerosi, i campioni che iniziano l’anno 2020 negli Emirati Arabi Uniti all’Abu Dhabi GC, con lo statunitense...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/298: DOPO LE PROTESTE POLITICHE, AD HONG KONG TORNA IL GOLF

Successo per Wade Ormsby, Andrea Pavan unico azzurro


HONG KONG - Era stato rinviato per problemi di sicurezza l'Hong Kong Open. Avrebbe dovuto prendere avvio il 28 novembre, ma i disordini legati alla difficile situazione sociale, riordiamo i continui scontri nel Paese, aveva indotto gli organizzatori ad annullare la gara. Ora questo torneo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/297: L'ALTRA META' DEL CIELO, IL GOLF AL FEMMINILE

Ad Evian, in Francia, l'unico major "rosa" d'Europa


EVIAN  - Nel doveroso ricordo del record assoluto di vittorie in campo internazionale conquistate dagli azzurri Bertasio, Gagli, Laporta, Migliozzi, i Molinari, Paratore, Pavan nel 2019, cominciamo il 2020 dando l'onore al Golf femminile, seppur in assenza delle atlete italiane.Il Ladies...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Oltre 3000 persone ai concerti del Festival

IL BILANCIO FINALE DI SILE JAZZ

Suoni senza frontiere supera ogni aspettativa


TREVISO - Il Festival Sile Jazz chiude la sua ottava edizione  come una delle migliori degli ultimi anni, in netta crescita da ogni punto di vista: per le partnership e la rete virtuosa formatasi sul territorio, per la qualità dei concerti e la loro varietà, per lo "sguardo lungo" dei suoi organizzatori che mai come quest'anno hanno saputo cogliere le necessità e le richieste di una terra che sempre di più ha bisogno di aprirsi al turismo culturale "slow", alternativo a quello di massa.
L'intenzione di svolgere la funzione di aggregazione culturale, di percorso di scoperta e riscoperta dei luoghi del Fiume Sile e dei suoi affluenti e, contemporaneamente, un'opportunità di esplorazione del panorama jazzistico contemporaneo ha portato ottimi frutti e numeri lusinghieri.
Più di 3000 gli spettatori coinvolti nei 16 concerti tra il 13 giugno e il 28 luglio lungo il corso del Sile. Oltre sessanta i musicisti coinvolti da 14 paesi diversi dell'Europa e d'oltreoceano, 12  i Comuni che generosamente hanno reso possibile il festival  e 18 gli  enti, i privati, le associazioni che hanno collaborato con Sile Jazz.
Importante anche l'introduzione delle proposte turistiche ed eno-gastronomiche. Ben 12 ristoratori hanno messo a disposizione i loro locali tipici per ospitare i Menù Sile Jazz, convenzionandosi con il festival. Sette diversi percorsi cicloturistici sono stati inoltre pensati per valorizzare i più interessanti luoghi attorno al fiume.
Sile Jazz ha dunque rinnovato la sua mission, abbracciando le necessità del territorio e ampliando sempre di più il panorama della musica contemporanea dalla quale attinge i propri artisti.