Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/299: AD ABU DHABI WESTWOOD SI IMPONE SU UN SORPRENDENTE LAPORTA

Nel torneo in vigore le norma anti-gioco lento


ABU DHABI - Sono sette gli azzurri che partecipano al Championship di Abu Dhabi, il primo degli otto tornei sponsorizzati dalla Rolex nell’ambito dell’Eurotour. Sono numerosi, i campioni che iniziano l’anno 2020 negli Emirati Arabi Uniti all’Abu Dhabi GC, con lo statunitense...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/298: DOPO LE PROTESTE POLITICHE, AD HONG KONG TORNA IL GOLF

Successo per Wade Ormsby, Andrea Pavan unico azzurro


HONG KONG - Era stato rinviato per problemi di sicurezza l'Hong Kong Open. Avrebbe dovuto prendere avvio il 28 novembre, ma i disordini legati alla difficile situazione sociale, riordiamo i continui scontri nel Paese, aveva indotto gli organizzatori ad annullare la gara. Ora questo torneo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/297: L'ALTRA META' DEL CIELO, IL GOLF AL FEMMINILE

Ad Evian, in Francia, l'unico major "rosa" d'Europa


EVIAN  - Nel doveroso ricordo del record assoluto di vittorie in campo internazionale conquistate dagli azzurri Bertasio, Gagli, Laporta, Migliozzi, i Molinari, Paratore, Pavan nel 2019, cominciamo il 2020 dando l'onore al Golf femminile, seppur in assenza delle atlete italiane.Il Ladies...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Choc all'Iras di Rovigo. I video testimoniano le violenze

ANZIANI MALTRATTATI, NOVE INDAGATI

Indagate 8 donne e un uomo. Sono infermiere e inservienti


ROVIGO. Un'anziana sollevata dalla carozzina e trascinata nel letto, un'altra donna colpita con un asciugamano lanciato da un'infermiera. Ma non solo: c'è anche un uomo, un inserviente che dopo aver scopato la stanza della casa di riposo colpisce al volto un inerme anziano con la scopa, un gesto di scherno. Sono le immagini dei video delle telecamere che la squadra mobile di Rovigo ha nascosto all'interno dell'Iras rodigino. Assieme ad alcune intecettazioni audio e ambientali sono la prova delle violenze e degli abusi che avveniva nell'istituto che ospita un centinaio di persone non autosufficienti. Sono nove in tutti gli indagati (otto donne e un uomo) che ora dovranno rispondere dell'accusa di maltrattamenti in concorso, aggravti dal fatto che le vittime erano persone in difficoltà, non in grado di reagire. Secondo le accuse i novi dipendenti della struttura avrebbero tenuto comportamenti violenti e umilianti nei confronti degli anziani. Si parla di percosse, umiliazioni, minacce e atti che "avrebbero leso la dignità degli anziani". Per tutti sono scattate anche le misure restrittive che consistono nel divito di svolgere la propria attività professionale all'interno di strutture sanitarie e assistenziali. A far scattere le indagini sono state le segnalazioni fatto lo scorso mese di giugno da alcuni colleghi delle persone indagate che hanno assistito ad alcuni episodi di violenze e hanno denunciato quello che accaddeva alle forze dell'ordine.

Galleria fotograficaGalleria fotografica