Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Ragazza aggredita da un 33enne italiano

PALPEGGIATA DA UN MANIACO MENTRE FA JOGGING IN RESTERA

L'uomo identificato dalla Polizia grazie alle telecamere


TREVISO - Ha aggredito e palpeggiato una ragazza che stava correndo lungo la Restera del Sile, a Treviso. Il maniaco è stato ora identificato dalla Polizia.
L’episodio risale allo scorso 31 luglio: nel primo pomeriggio la giovane stava facendo jogging sul lungo fiume, quando è stata affiancata da un uomo in bicicletta. Costui prima le ha rivolto pesanti avances a sfondo sessuale, poi l’ha bloccata e l’ha toccata nelle parti intime. Non solo, l’ha afferrata per le braccia, tanto che la malcapitata ha temuto volesse scaraventarla in acqua. La ragazza, però, si è messa ad urlare e le sue grida hanno attirato l’attenzione di una coppia di anziani, che stavano sopraggiungendo. Fortunamente alla loro vista l’assalitore ha desistito e si è dileguato.
Chiamata la Polizia, la donna ha denunciato l’accaduto e sono subito scattate le indagini della Squadra Mobile. Esaminando le immagini delle telecamere di videosorvegliana installate lungo la Restera, gli investigatori hanno individuato un soggetto presente in zona negli orari dell’aggressione e corrispondente alla descrizione della vittima.
Dopo vati appostamenti, i poliziotti ieri hanno identificato il presunto responsabile: si tratta di un cittadino italiano di 33 anni, residente nel capoluogo della Marca. L’uomo è stato anche riconosciuto dalla giovane. Al momento non risultano altri fatti analoghi a quelli denunciati.