Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/345 - CAMPI/29: IL GOLF CLUB PARADISO DEL GARDA

Un percorso tra il lago e il monte Baldo, per giocare nell'"empireo"


PESCHIERA - Progettato dal noto architetto americano Jim Fazio, questo prestigioso circuito golfistico è inserito sull’entroterra gardesano, comodamente adagiato sull’anfiteatro morenico del Basso Garda, costituitosi con i depositi glaciali originati dai residui trasportati due...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/344: A DUBAI LA CORSA AL TITOLO DI RE DEL CIRCUITO 2020

Doppio trionfo inglese: a Fitzpatrick il torneo, a Westwood la "Race"


DUBAI - Sono tanti i milioni in palio al DP World Tour Championship di Dubai, che ha l'onere di laureare il miglior giocatore della stagione. Si sta infatti concludendo al Jumeirah Golf Estates di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, la difficile stagione 2020 dell’European Tour, in sintonia con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/343: IL DUBAI CHAMPIONSHIP AL PARIGINO ANTOIONE ROZIER

Eccellente secondo posto per Francesco Laporta


DUBAI - Questa settimana l’European Tour era impegnato in due appuntamenti: uno in Sudafrica, il South African Open, terzo evento che si celebra lì quest’anno, l’altro Il Dubai Championship, negli Emirati Arabi. Noi seguiamo questo di Dubai, penultimo appuntamento della...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Ragazza aggredita da un 33enne italiano

PALPEGGIATA DA UN MANIACO MENTRE FA JOGGING IN RESTERA

L'uomo identificato dalla Polizia grazie alle telecamere


TREVISO - Ha aggredito e palpeggiato una ragazza che stava correndo lungo la Restera del Sile, a Treviso. Il maniaco è stato ora identificato dalla Polizia.
L’episodio risale allo scorso 31 luglio: nel primo pomeriggio la giovane stava facendo jogging sul lungo fiume, quando è stata affiancata da un uomo in bicicletta. Costui prima le ha rivolto pesanti avances a sfondo sessuale, poi l’ha bloccata e l’ha toccata nelle parti intime. Non solo, l’ha afferrata per le braccia, tanto che la malcapitata ha temuto volesse scaraventarla in acqua. La ragazza, però, si è messa ad urlare e le sue grida hanno attirato l’attenzione di una coppia di anziani, che stavano sopraggiungendo. Fortunamente alla loro vista l’assalitore ha desistito e si è dileguato.
Chiamata la Polizia, la donna ha denunciato l’accaduto e sono subito scattate le indagini della Squadra Mobile. Esaminando le immagini delle telecamere di videosorvegliana installate lungo la Restera, gli investigatori hanno individuato un soggetto presente in zona negli orari dell’aggressione e corrispondente alla descrizione della vittima.
Dopo vati appostamenti, i poliziotti ieri hanno identificato il presunto responsabile: si tratta di un cittadino italiano di 33 anni, residente nel capoluogo della Marca. L’uomo è stato anche riconosciuto dalla giovane. Al momento non risultano altri fatti analoghi a quelli denunciati.