Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/321: COSA È SUCCESSO A FRANCESCO MOLINARI?

Il campione azzurro dovrebbe tornare in campo ad agosto


LONDRA - È troppo tempo che non troviamo in campo Francesco Molinari. L’ultima volta è stato a marzo, quand’era andato a difendere il titolo nella 54ª edizione dell’Arnold Palmer Invitational, una delle più prestigiose gare del PGA Tour. Si svolgeva al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/320 - CAMPI/28: IL GOLF CLUB FRASSANELLE

Buche lunghe nel verde dei Colli Euganei


ROVOLON (PD) - Inserito in una luminosa tenuta, il Golf Frassanelle esprime la raffinatezza del nobiluomo Alberto Papafava che nel 1860 creò questo parco nel comune di Rovolon, su un’altura situata all’estremità settentrionale dei Colli Euganei. L’aristocratico...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/319: SPETTACOLO CON GRANDI CAMPIONI ALL'RBC HERITAGE

Successo per Webb Simpson e il suo swing particolare


HILTON HEAD  (USA) - Spettacolo con grandi campioni, sul percorso dell’Harbour Town Golf Links, a Hilton Head nel South Carolina, per l'Rbc Heritage. Sono al via i primi sei giocatori del mondo, compreso ovviamente Jon Rahm, che la scorsa settimana è uscito al taglio, e ora...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

A Valdobbiadene e a Volpago del Montello

ALLEVAMENTI ABUSIVI DI CANI DI RAZZA

Allevavano cani pregiati senza autorizzazione


TREVISO - Sono stati scoperti due allevamenti abusivi di cani nella Marca, uno a Valdobbiadene e l’altro a Volpago del Montello. Il primo a Valdobbiadene, si trova in via Garibaldi, ed è stato aperto senza l’autorizzazione veterinaria e quindi senza il consenso dell’Amministrazione locale. All’interno sono stati trovati sedici cani di varie razze, e il valore complessivo degli esemplari in totale supera i 30mila euro. I cani in attesa di dissequestro e di regolamentazione, sono stati affidati alla proprietaria. Il secondo allevamento sottoposto a controlli si trova a Selva di Volpago del Montello, in via Castagnè. Si tratta di un allevamento di Yorkshire abusivo, e cioè aperto senza alcun tipo di autorizzazione. I venti cani del valore totale di 35mila euro sono stati consegnati al titolare, in attesa, anche in questo caso, che venga regolamentata l’attività. I carabinieri del Nas hanno accertato che in entrambi gli allevamenti non c'è stato alcun tipo di maltrattamento, anzi, i cani erano tenuti in condizioni ottimali. Per poter riaprire, i due allevamenti dovranno mettersi in regola con la normativa ottenendo le certificazioni dell’Usl e del Comune.