Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/282: LA SOLHEIM CUP 2019 PRENDE LA VIA DELL'EUROPA

La squadra del Vecchio Continente si impone sugli Usa nel massimo torneo femminile


GLENEAGLES  (SCOZIA) - La Solheim Cup è la massima espressione del golf delle donne, la sfida al femminile della Ryder Cup, rispetto a cui ha una storia più recente. Ha preso il nome dall’ideatore del torneo, Karsten Solheim, noto fabbricante di attrezzi sportivi conosciuti...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/281: LE PROMESSE DEL GOLF EUROPEO FEMMINILE A VILLA CONDULMER

La padovana Benedetta Moresco trionfa all'Internazionale under 18


MOGLIANO VENETO - È il secondo anno consecutivo che Golf Villa Condulmer ospita questo importante campionato, l’Internazionale femminile under 18; da qui, spunteranno le future Campionesse del Tour europeo. Ben dodici le nazioni partecipanti, oltre all'Italia: Austria, Belgio, Croazia,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/280: OMEGA MASTERS, UN CLASSICO TRA LE ALPI

Nove gli italiani al torneo dell'European Tour


CRANS MONTANA (SVIZZERA) - L’Omega Masters è uno dei tornei classici dell’European Tour. La storia di questo torneo, seppur con diverso nome (all’epoca Swiss Open), risale al 1905. È la tappa svizzera del tour europeo del golf maschile professionistico, in cui si...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Addio al posto fisso in azienda

I CUSTODI DEI BOSCHI

Giovani boscaioli in difesa dei boschi a Tarvisio


UDINE - Sono molte le storie di giovani che decidono di dedicarsi alla natura, al lavoro dei campi, ai vecchi mestieri, costruendosi un futuro fuori dall’ordinario e tornando a fare il lavoro che facevano i loro nonni. Alcuni abbandonano il posto fisso per dedicarsi alla coltivazione di ortaggi e frutteti, o per fare i pastori. E poi c’è il caso di cinque ragazzi che invece hanno deciso di diventare boscaioli, o meglio, custodi della foresta. Succede a Tarvisio, terra di confine con Austria e Slovenia, dove questi giovani hanno deciso di difendere le antiche conifere, creando un consorzio per arginare l’aggressività dei taglialegna austriaci e sloveni, che, dicono, "sbancano il bosco rovinando la foresta e creando problemi di dissesto".
Sono ragazzi laureati o diplomati che si sentono a loro agio nei boschi e lavorano con la tradizionale motosega per ripulirlo e poi vendere il legname, come quello pregiato che offre l’Abete rosso di Risonanza, il legno usato dai liutai per costruire eccellenti strumenti musicali. E oltre alla concorrenza austriaca, un grande problema dei boschi è una malattia, il bostrico, il coleottero che sta martoriando le foreste di tutta Europa. Per questo bisogna abbattere molti alberi, e per farlo servono criterio e amore, per ripulire le foreste e fare spazio ad alberi nuovi.