Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/344: A DUBAI LA CORSA AL TITOLO DI RE DEL CIRCUITO 2020

Doppio trionfo inglese: a Fitzpatrick il torneo, a Westwood la "Race"


DUBAI - Sono tanti i milioni in palio al DP World Tour Championship di Dubai, che ha l'onere di laureare il miglior giocatore della stagione. Si sta infatti concludendo al Jumeirah Golf Estates di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, la difficile stagione 2020 dell’European Tour, in sintonia con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/343: IL DUBAI CHAMPIONSHIP AL PARIGINO ANTOIONE ROZIER

Eccellente secondo posto per Francesco Laporta


DUBAI - Questa settimana l’European Tour era impegnato in due appuntamenti: uno in Sudafrica, il South African Open, terzo evento che si celebra lì quest’anno, l’altro Il Dubai Championship, negli Emirati Arabi. Noi seguiamo questo di Dubai, penultimo appuntamento della...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/342: BEZUIDENHOUT RIMONTE NEL FINALE E VINCE IL DUNHILL CHAMPIONSHIP

Niente da fare per gli italiani Gagli e Pavan


SUN CITY (SUDAFRCIA) - È ancora in Sudafrica l’European Tour, per il secondo dei tre tornei consecutivi, dove si disputa l’Alfred Dunhill Championship. La scorsa settimana è stato anticipato dallo Joburg Open a cui partecipavano gli azzurri Scalise e Pavan, la vittoria...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Gravi perdite per gli apicoltori

QUEST'ANNO NIENTE MIELE D'ACACIA

C'è bisogno di un'assicurazione per momenti come questi


TREVISO - Bilancio fortemente negativo quello di quest'anno per l'apicoltura trevigiana. Il maltempo fuori stagione ha danneggiato irreparabilmente la produzione di miele. Quest'anno il miele d'Acacia a Treviso non ci sarà, o se ne troverà poco e a prezzi piuttosto alti. Per gli apicoltori il mese di maggio è stato decisivo e da dimenticare: vento, piogge continue e temperature basse, hanno decimato la produzione proprio nel momento più importante , e cioè quello della fioritura. Le lunghe precipitazioni non hanno permesso alle api di spostarsi e di trovare nettare nei fiori, già rovinati dal clima. Ciò significa per gli apicoltori una perdita netta dell'80%, una vera ecatombe, che apre il dibattito su questi problemi e cerca soluzioni e strumenti naturalistici per risolverli, visto che ad oggi non ci sono riscontri in ambito assicurativo.