Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/282: LA SOLHEIM CUP 2019 PRENDE LA VIA DELL'EUROPA

La squadra del Vecchio Continente si impone sugli Usa nel massimo torneo femminile


GLENEAGLES  (SCOZIA) - La Solheim Cup è la massima espressione del golf delle donne, la sfida al femminile della Ryder Cup, rispetto a cui ha una storia più recente. Ha preso il nome dall’ideatore del torneo, Karsten Solheim, noto fabbricante di attrezzi sportivi conosciuti...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/281: LE PROMESSE DEL GOLF EUROPEO FEMMINILE A VILLA CONDULMER

La padovana Benedetta Moresco trionfa all'Internazionale under 18


MOGLIANO VENETO - È il secondo anno consecutivo che Golf Villa Condulmer ospita questo importante campionato, l’Internazionale femminile under 18; da qui, spunteranno le future Campionesse del Tour europeo. Ben dodici le nazioni partecipanti, oltre all'Italia: Austria, Belgio, Croazia,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/280: OMEGA MASTERS, UN CLASSICO TRA LE ALPI

Nove gli italiani al torneo dell'European Tour


CRANS MONTANA (SVIZZERA) - L’Omega Masters è uno dei tornei classici dell’European Tour. La storia di questo torneo, seppur con diverso nome (all’epoca Swiss Open), risale al 1905. È la tappa svizzera del tour europeo del golf maschile professionistico, in cui si...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Elena Donazzan chiede più autonomia

A SCUOLA SENZA INSEGNANTI

Mancano 7.821 insegnanti nelle scuole del Veneto


A sole tre settimane dall'inizio della scuola mancano in Veneto più di 7mila insegnanti, di cui 2.284 di sostegno, in special modo nelle province di Treviso, Vicenza e Venezia. Secondo l'Ufficio Scolastico regionale sono 7.821 i posti vacanti tra scuola primaria e secondaria, un inizio anno perciò all'insegna del precariato nel quale ci sarà bisogno di 3mila supplenti circa. L'assessore regionale Elena Donazzan non nasconde la preoccupazione perché i problemi della scuola italiana sono tanti, a partire dall'assenza di concorsi e il blocco delle abilitazione per il sostegno. “Se maggiori poteri fossero riconosciuti alle Regioni - ha affermato la Donazzan - credo che molti disservizi o storture non ci sarebbero. Una programmazione territoriale sul fabbisogno dei docenti credo sia la soluzione del problema del precariato” - ha aggiunto l'assessore - che nel frattempo si sta focalizzando su un altro fenomeno che si manifesta spesso nelle scuole: l'abuso della legge 104, la quale favorisce l'avvicinamento a casa per assistere i familiari con disabilità, emerso da alcune inchieste in corso nel sud Italia. Un abuso che va ovviamente a ledere gli insegnanti onesti.