Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/321: COSA È SUCCESSO A FRANCESCO MOLINARI?

Il campione azzurro dovrebbe tornare in campo ad agosto


LONDRA - È troppo tempo che non troviamo in campo Francesco Molinari. L’ultima volta è stato a marzo, quand’era andato a difendere il titolo nella 54ª edizione dell’Arnold Palmer Invitational, una delle più prestigiose gare del PGA Tour. Si svolgeva al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/320 - CAMPI/28: IL GOLF CLUB FRASSANELLE

Buche lunghe nel verde dei Colli Euganei


ROVOLON (PD) - Inserito in una luminosa tenuta, il Golf Frassanelle esprime la raffinatezza del nobiluomo Alberto Papafava che nel 1860 creò questo parco nel comune di Rovolon, su un’altura situata all’estremità settentrionale dei Colli Euganei. L’aristocratico...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/319: SPETTACOLO CON GRANDI CAMPIONI ALL'RBC HERITAGE

Successo per Webb Simpson e il suo swing particolare


HILTON HEAD  (USA) - Spettacolo con grandi campioni, sul percorso dell’Harbour Town Golf Links, a Hilton Head nel South Carolina, per l'Rbc Heritage. Sono al via i primi sei giocatori del mondo, compreso ovviamente Jon Rahm, che la scorsa settimana è uscito al taglio, e ora...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Elena Donazzan chiede più autonomia

A SCUOLA SENZA INSEGNANTI

Mancano 7.821 insegnanti nelle scuole del Veneto


A sole tre settimane dall'inizio della scuola mancano in Veneto più di 7mila insegnanti, di cui 2.284 di sostegno, in special modo nelle province di Treviso, Vicenza e Venezia. Secondo l'Ufficio Scolastico regionale sono 7.821 i posti vacanti tra scuola primaria e secondaria, un inizio anno perciò all'insegna del precariato nel quale ci sarà bisogno di 3mila supplenti circa. L'assessore regionale Elena Donazzan non nasconde la preoccupazione perché i problemi della scuola italiana sono tanti, a partire dall'assenza di concorsi e il blocco delle abilitazione per il sostegno. “Se maggiori poteri fossero riconosciuti alle Regioni - ha affermato la Donazzan - credo che molti disservizi o storture non ci sarebbero. Una programmazione territoriale sul fabbisogno dei docenti credo sia la soluzione del problema del precariato” - ha aggiunto l'assessore - che nel frattempo si sta focalizzando su un altro fenomeno che si manifesta spesso nelle scuole: l'abuso della legge 104, la quale favorisce l'avvicinamento a casa per assistere i familiari con disabilità, emerso da alcune inchieste in corso nel sud Italia. Un abuso che va ovviamente a ledere gli insegnanti onesti.