Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La procura chiede accertamenti e l'esame del dna per stabilire se siano i resti della donna

OSSA E MANDIBOLA IN SPIAGGIA SI RIPARE IL CASO DI ISABELLA NOVENTA

Tre persone sono in carcere con l'accusa di omiciio


Isabella Noventa ROVIGO. Il frammento di un femore e l'osso della mandibola ritrovati da alcuni turisti sulla spiaggia dell'isola di Albarella riaprono il caso di Isabella Noventa, la segretaria padovana di 55 anni scomparsa la notte tra il 15 e il 16 gennaio del 2016. Il pubblico ministero padovano Giorgio Falcone, titolare dell'inchiesta ha chiesto ai colleghi della procura di Rovigo di verificare se si tratti di resti umani e se siano proprio quelli della donna uccisa a colpi di mazzetta da Freddy Sorgato e dalla sorella Debora ma il cui corpo non è mai stato ritrovato. Per quel delitto i due fratelli sono stati condannati a 30 anni in primo e secondo grado, insieme alla tabaccaia veneziana Manuela Cacco che invece ha preso 16 anni e dieci mesi. Le condanne non sono ancora definitive perchè si attende l'esito del ricorso che i tre hanno presentato in Cassazione. Freddy Sorgato, camionista con la passione per il ballo disse di aver gettato il corpo di Isabella nel fiume Brenta dopo averla uccisa, infilandola prima in un sacco con delle pietre per farla affondare. Un omicidio il cui movente sarebbe stato quello della gelosia scatenata da motivi sentimentali e economici. Il terzetto avrebbe attirato la vittima in una trappola e poi l'avrebbe uccisa facendo sparire il corpo. Gli investigatori sono convinti che i resti del cadavere della segretaria possano essere finiti in mare trascinati dalla corrente e il ritrovamento nella spiaggia di Albarella potrebbe essere compatibile con la versione fornita dagli assassini. Verranno eseguiti test del dna sui frammenti ossei e sulla mandibola alla quale sarebbero rimasti attaccati due denti, sufficienti però a fare un confronto con l'arcata dentale di Isabella Noventa.

 


Galleria fotograficaGalleria fotografica