Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/345 - CAMPI/29: IL GOLF CLUB PARADISO DEL GARDA

Un percorso tra il lago e il monte Baldo, per giocare nell'"empireo"


PESCHIERA - Progettato dal noto architetto americano Jim Fazio, questo prestigioso circuito golfistico è inserito sull’entroterra gardesano, comodamente adagiato sull’anfiteatro morenico del Basso Garda, costituitosi con i depositi glaciali originati dai residui trasportati due...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/344: A DUBAI LA CORSA AL TITOLO DI RE DEL CIRCUITO 2020

Doppio trionfo inglese: a Fitzpatrick il torneo, a Westwood la "Race"


DUBAI - Sono tanti i milioni in palio al DP World Tour Championship di Dubai, che ha l'onere di laureare il miglior giocatore della stagione. Si sta infatti concludendo al Jumeirah Golf Estates di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, la difficile stagione 2020 dell’European Tour, in sintonia con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/343: IL DUBAI CHAMPIONSHIP AL PARIGINO ANTOIONE ROZIER

Eccellente secondo posto per Francesco Laporta


DUBAI - Questa settimana l’European Tour era impegnato in due appuntamenti: uno in Sudafrica, il South African Open, terzo evento che si celebra lì quest’anno, l’altro Il Dubai Championship, negli Emirati Arabi. Noi seguiamo questo di Dubai, penultimo appuntamento della...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Manifestazione delle aspiranti al concorso durante la tradizionale parata a Jesolo

LA PROTESTA DELLE MISS: "LA BELLEZZA NON E' UNA COLPA"

Cartelli e slogan contro le critiche al concorso


JESOLO. Un corteo in difesa della libertà delle donne, compresa quella di esibire la propria bellezza sfilando su una passerella. La protesta delle 80 finaliste di “Miss Italia 2019” si è tenuta ieri sera a Jesolo durante la tradizionale parata delle concorrenti da Piazza Torino a Piazza Milano, precedute dalla banda, dalle majorettes e da Carlotta Maggiorana, Miss Italia 2018. A inscenare la manifestazione per dire “basta critiche al concorso”, sono state le stesse miss attraverso gli 80 cartelli che hanno esibito, sfilando in jeans e maglietta blu con il claim “Jesolo Nature”, in difesa del mare pulito della località balneare.

Tanti gli slogan mostrati, come “La bellezza non è una colpa”, “Né nude né mute”, “Libera di scegliere”, “Essere belle non è un reato”, “Sono mamma e sono miss”, “500 piazze per Miss Italia”, “Lasciateci sognare in pace”, “Studio matematica e sono miss”, “Né sminuite né mercificate”, “Chi lotta per tutte lotta per se stessa”, “Fate Miss Italia, non fatevi la guerra”, “La bellezza è un talento”. L’iniziativa, che ha coinvolto cittadini e turisti, immersi tra le miss a leggere i cartelli o a margine della parata con applausi, si è conclusa sul palco di piazza Milano, dove le miss hanno mostrato fiere i loro slogan assieme alla patron del concorso di bellezza Patrizia Mirigliani, che ha fortemente sostenuto la protesta.



Galleria fotograficaGalleria fotografica