Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/282: LA SOLHEIM CUP 2019 PRENDE LA VIA DELL'EUROPA

La squadra del Vecchio Continente si impone sugli Usa nel massimo torneo femminile


GLENEAGLES  (SCOZIA) - La Solheim Cup è la massima espressione del golf delle donne, la sfida al femminile della Ryder Cup, rispetto a cui ha una storia più recente. Ha preso il nome dall’ideatore del torneo, Karsten Solheim, noto fabbricante di attrezzi sportivi conosciuti...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/281: LE PROMESSE DEL GOLF EUROPEO FEMMINILE A VILLA CONDULMER

La padovana Benedetta Moresco trionfa all'Internazionale under 18


MOGLIANO VENETO - È il secondo anno consecutivo che Golf Villa Condulmer ospita questo importante campionato, l’Internazionale femminile under 18; da qui, spunteranno le future Campionesse del Tour europeo. Ben dodici le nazioni partecipanti, oltre all'Italia: Austria, Belgio, Croazia,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/280: OMEGA MASTERS, UN CLASSICO TRA LE ALPI

Nove gli italiani al torneo dell'European Tour


CRANS MONTANA (SVIZZERA) - L’Omega Masters è uno dei tornei classici dell’European Tour. La storia di questo torneo, seppur con diverso nome (all’epoca Swiss Open), risale al 1905. È la tappa svizzera del tour europeo del golf maschile professionistico, in cui si...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il 24enne aveva tre telefonini di dubbia provenienza

FERMATO CON TRE TELEFONI RUBATI, 24ENNE NEI GUAI

E' stato denunciato per ricettazione


TREVISO. Giovedi pomeriggio, alle 16.00, la Volante, durante il servizio di controllo del territorio, ha identificato e controllato un ragazzo nigeriano di 24 anni nei pressi di un parco pubblico in zona Ghirada.

Il giovane, alla vista degli agenti, ha mostrato un atteggiamento sospetto, tanto da insospettire i poliziotti.

A seguito del controllo, sono stati trovati, all’interno del marsupio, un sacchettino con tre telefoni cellulari, di cui un iPhone di rilevante valore.

Richieste spiegazioni in merito al possesso dei telefoni, lo straniero ha dato risposte altamente contraddittorie, dichiarando, dapprima, di averli ricevuti in prestito da un Istituto pastorale, per poi cambiare versione, asserendo che gli erano stati ceduti da una Cooperativa locale.

Gli operatori della Sala Operativa, consultando le Banche dati in uso alla Polizia di Stato, hanno subito iniziato articolati accertamenti per risalire ai proprietari dei telefoni.

In particolare, l’iPhone ed il numero della SIM inserita risultavano intestati ad un soggetto che non corrispondeva a quello fermato.

Lo straniero è stato portato in Questura per gli accertamenti di rito e, al termine delle indagini sul possesso dei telefoni e sugli intestatari delle utenze telefoniche, è stato denunciato per ricettazione.