Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/282: LA SOLHEIM CUP 2019 PRENDE LA VIA DELL'EUROPA

La squadra del Vecchio Continente si impone sugli Usa nel massimo torneo femminile


GLENEAGLES  (SCOZIA) - La Solheim Cup è la massima espressione del golf delle donne, la sfida al femminile della Ryder Cup, rispetto a cui ha una storia più recente. Ha preso il nome dall’ideatore del torneo, Karsten Solheim, noto fabbricante di attrezzi sportivi conosciuti...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/281: LE PROMESSE DEL GOLF EUROPEO FEMMINILE A VILLA CONDULMER

La padovana Benedetta Moresco trionfa all'Internazionale under 18


MOGLIANO VENETO - È il secondo anno consecutivo che Golf Villa Condulmer ospita questo importante campionato, l’Internazionale femminile under 18; da qui, spunteranno le future Campionesse del Tour europeo. Ben dodici le nazioni partecipanti, oltre all'Italia: Austria, Belgio, Croazia,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/280: OMEGA MASTERS, UN CLASSICO TRA LE ALPI

Nove gli italiani al torneo dell'European Tour


CRANS MONTANA (SVIZZERA) - L’Omega Masters è uno dei tornei classici dell’European Tour. La storia di questo torneo, seppur con diverso nome (all’epoca Swiss Open), risale al 1905. È la tappa svizzera del tour europeo del golf maschile professionistico, in cui si...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

VIZArt: sabato l'evento finale

MUSICA CLASSICA NEL BOSCO

Il concerto e le opere di Land Art


BELLUNO - Tutto pronto nella “Viza da Fabrica” del bosco di Valgrande per l'evento che chiude la settimana di iniziative di VIZArt, all'interno del progetto RIambientiamoci: l'appuntamento è per le 16.00 di sabato 14 settembre ed a farla da protagonista saranno ancora una volta arte e musica.
Sarà infatti l'Orchestra “La Sorgente Classic Ensemble”, diretta dal maestro Rudy De Rigo, a mettere in scena, nell'anfiteatro naturale di VIZArt, il concerto di chiusura con la realizzazione di brani di Faurè, Vivaldi, Bach, Mozart, Morricone, Mascagni, Sjstakovitsj, Webber, Tchaikovsky e Brahms.
Le note dell'orchestra cadorina saranno il perfetto accompagnamento per ammirare le opere di land art realizzate dagli otto artisti con il legno degli schianti della Val Visdende: grazie anche ad una settimana di tregua del meteo, le quattro coppie hanno potuto realizzare installazioni e opere affascinanti, tutte legate al tema della rinascita del territorio nel post Vaia. Mercoledì, intanto, ha riscosso grandissimo successo l'aperitivo con gli artisti, che ha visto decine di curiosi raggiungere la “Viza” per vedere gli scultori all'opera e per assistere a un'esibizione musicale e teatrale.
«Con queste iniziative, - sottolinea la coordinatrice del progetto e presidente di Lassù - Società Cooperativa, Daniela Zambelli – vogliamo rimettere al centro il bosco, non solo come risorsa economica, ma anche come valore culturale e naturale. Vogliamo aprire una riflessione sulla questione dei cambiamenti climatici, sugli effetti devastanti che ha sui territori e su come questi territori possano e debbano reagire ed intervenire, con uno sguardo non solo al futuro immediato, ma con una prospettiva a lungo termine».