Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/321: COSA È SUCCESSO A FRANCESCO MOLINARI?

Il campione azzurro dovrebbe tornare in campo ad agosto


LONDRA - È troppo tempo che non troviamo in campo Francesco Molinari. L’ultima volta è stato a marzo, quand’era andato a difendere il titolo nella 54ª edizione dell’Arnold Palmer Invitational, una delle più prestigiose gare del PGA Tour. Si svolgeva al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/320 - CAMPI/28: IL GOLF CLUB FRASSANELLE

Buche lunghe nel verde dei Colli Euganei


ROVOLON (PD) - Inserito in una luminosa tenuta, il Golf Frassanelle esprime la raffinatezza del nobiluomo Alberto Papafava che nel 1860 creò questo parco nel comune di Rovolon, su un’altura situata all’estremità settentrionale dei Colli Euganei. L’aristocratico...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/319: SPETTACOLO CON GRANDI CAMPIONI ALL'RBC HERITAGE

Successo per Webb Simpson e il suo swing particolare


HILTON HEAD  (USA) - Spettacolo con grandi campioni, sul percorso dell’Harbour Town Golf Links, a Hilton Head nel South Carolina, per l'Rbc Heritage. Sono al via i primi sei giocatori del mondo, compreso ovviamente Jon Rahm, che la scorsa settimana è uscito al taglio, e ora...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il questore di Treviso ha sospeso la licenza per tre giorni

LADRI E SPACCIATORI AL BAR, CHIUSO IL KEBAB

Al via una serie di controlli nei locali della zona di Via Roma


TREVISO. Nell’ambito dell’attività di controllo degli esercizi pubblici, il Questore di Treviso ha disposto la sospensione della licenza per la somministrazione di alimenti e bevande dell’esercizio pubblico “Buonissimo Kebab”, sito in via Roma, per motivi di ordine pubblico e di sicurezza.

Il provvedimento, che prevede la chiusura del locale per 3 giorni, è stato eseguito e notificato al titolare dell’esercizio commerciale da personale della Divisione di Polizia Amministrativa.

La sospensione della licenza in argomento è stata adottata a conclusione del procedimento avviato dopo stringenti controlli del locale effettuati dall’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, che ha riscontrato, in numerose occasioni, la presenza tra gli avventori di numerosi soggetti gravati da precedenti penali e di polizia, intervenendo, alcune volte, a seguito delle commissione di reati contro la persona e contro il patrimonio avvenuti all’interno del locale. L’area dove persiste il predetto esercizio, come noto, è tra quelle ritenute sensibili nell’ambito della prevenzione e repressione dei reati.

Nei prossimi mesi, proseguiranno serrati controlli nei confronti di locali ed esercizi pubblici del settore al fine di contrastare ogni forma di illegalità sia di natura amministrativa sia penale.