Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/334: AL GOLF CLUB LIGNANO IL CAMPIONATO AIGG

L'appuntamento clou della stagione dei giornalisti golfisti


LIGNANO - Il Campionato individuale è notoriamente l’appuntamento più importante della stagione per i membri dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti (AIGG). Nel 2020, condizionato dal Covid 19, sono saltati molti incontri, rivestiva quindi particolare spessore...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/333: CON UN ULTIMO GIRO MONSTRE, JOHN CATLIN CONQUISTA L'IRISH OPEN

Out al taglio l'eroe di casa Harrington e gli italiani


IRLANDA DEL NORD - Dopo le tappe di Spagna, l’European Tour torna a nord, per la disputa del “Irish Open”, sponsorizzato da Dubai Duty Free. Si gioca nell’Irlanda del Nord, sul tracciato del Galgorm Castle Golf Club, a Ballymena. Sono tanti i professionisti di spessore, tra...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La kermesse debuttera il 27 settembre a Mestre

FESTIVAL CHITARRISTICO DELLE DUE CITTA’: ULTIMI CONCERTI TREVIGIANI

L'edizione 2019 si avvia a far registrare il record di presenza


TREVISO. Si avvia a conclusione, con rinnovato successo, il “cartellone” trevigiano del 17° Festival Chitarristico Internazionale delle Due Città che, dal 27 Settembre prossimo, aprirà la pagina veneziana all’Auditorium Candiani di Mestre.

Nel frattempo, la manifestazione prosegue nel suggestivo spazio del Museo di Santa Caterina, a Treviso, dove venerdì 20 Settembre (ore 20.45) si terrà il doppio concerto “Opera e Danze” & “Spagna!”.

Primo ad esibirsi sarà il chitarrista, Lapo Vannucci, accompagnato dal flautista giapponese, Rieko Okuma e dal pianista, Luca Torrigiani, per un concerto, in cui le “sei corde” si fondono con altri strumenti per un viaggio senza confini. Diplomatosi con il massimo dei voti a Firenze, Vannucci si è successivamente specializzato con Alberto Ponce e Tania Chagnot presso l’Ecole Normale de Musique de Paris “Alfred Cortot”, dove ha ottenuto il Diplôme Supérieur d’exécution e il prestigioso Diplôme Supérieur de Concertiste.

La seconda parte della serata vedrà, invece, protagonista, il chitarrista Pier Luigi Corona, impegnato nell’interpretazione del visionario impressionismo Iberico di Joaquin Rodrigo, fatto di forza, stupore e struggimento. Pier Luigi Corona, nato a Roma, si è perfezionato presso l'Accademia Musicale “Chigiana” di Siena conseguendovi tre Diplomi di Merito. Dal 1986 è docente al Conservatorio di Musica “G. Tartini” di Trieste ed è è solista della “Gorizia guitar orchestra”, con la quale ha compiuto diverse tournèe; svolge un’intensa attività solistica, che lo ha già portato ad esibirsi in 24 Paesi e tiene regolarmente masterclass in Italia ed all'estero.

Sabato 21 Settembre, sempre nel trevigiano Museo di Santa Caterina, serata conclusiva di grande richiamo, dedicata a “Tango!” con Carles Pons, alla chitarra ed Orlando Di Bello, al bandoneon. Il duo ha riscosso rapidamente successo internazionale di pubblico e di critica, venendo inserito, fin da subito, in numerosi festival musicali in Europa e Sudamerica. Il repertorio sarà interamente dedicato alla tradizione musicale del tango che, in particolare negli ultimi anni, sta conquistando le platee di tutto il mondo: arrabaleros, milongas, nuevo tango.

Carles Pons è nato in Spagna e la sua grande attività concertistica porta ad esibirsi in tutto il mondo come solista e con varie orchestre sotto la direzione di maestri, quali Frank Rodriguez – Freites, Jordi Colomer, Juan Jose Ocon, Béla Köteles e Michele Santorsola.

Orlando Di Bello, dopo una lunga e brillante carriera in Argentina, nel 2001 si è trasferito in Spagna, dove lavora instancabilmente per la divulgazione della tradizione musicale patria; ha accompagnato grandi cantanti argentine come Amelita Baltar, María Garay ed è regolarmente invitato nei maggiori festival Internazionali.

I biglietti (intero: € 15,00; ridotto: € 12,00; gratis under 12) sono disponibili, la sera dello spettacolo, al Museo di Santa Caterina oppure prenotando gratuitamente: tel. 0422/405764; cell. 320/0517000; e-mail: festival@musikrooms.com .

E’ invece gratuito l’ingresso alla mostra internazionale di liuteria, allestita nel week-end nel chiostro di Santa Caterina, a Treviso; l’esposizione è visitabile negli orari del Museo (9.30 – 12.30 e 14.30 - 18.00).


Galleria fotograficaGalleria fotografica