Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/337: L'INGLESE MCGOWAN RE DEL 77° OPEN D'ITALIA

Migliore degli azzurri il vicentino Guido Migliozzi


POZZOLENGO - Giunge alla 77esima edizione l'Open d'Italia, massima rassegna del golf tricolore, nonché una delle più antiche dell’European Tour. Si gioca a porte chiuse allo Chervò Golf Club San Vigilio di Pozzolengo, splendido percorso che si estende attorno ad...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/336: SCOTTISH CHAMPIONSHIP NEL SEGNO DI ADRIAN OTAEGUI

Il basco travolge gli avversari con un gran giro finale


FIFE (SCOZIA) - Questo evento di Scozia è a ridosso del 77° Open d’Italia, in programma dal 22 al 25 ottobre, al Chervò Golf Club San Vigilio di Pozzolengo (BS). Molti dei giocatori che sono in gara qui, parteciperanno poi all’ Open d’Italia. Nel field troviamo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/335: FRANCESCO MOLINARI TORNA IN CAMPO IN NEVADA

Il torinese, però, esce al taglio, vince Martin Laird


LAS VEGAS (USA) - Dopo una pausa di sette mesi, Francesco Molinari torna in campo. Lo fa con lo Shriners Hospitals for Children Open, sul tracciato del TPC Summerlin, a Las Vegas in Nevada. Si era fermato il 12 marzo, quando il The Players Championship era stato bloccato per l’emergenza...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Venerdì sera alle 20.30 nel tempio di San Nicolò la celebrazione eucaristica per la conclusione del suo ministero a Treviso

TREVISO SALUTA IL VESCOVO GARDIN, STASERA L'ULTIMA MESSA

La celebrazione sarà trasmessa in diretta streaming


TREVISO. Sarà con una celebrazione eucaristica nel tempio di San Nicolò, venerdì 20 settembre, che la Diocesi di Treviso si congederà dal suo pastore.

Alle 20.30 tutti i sacerdoti, i diaconi, i religiosi, le religiose, le persone consacrate e i fedeli laici, in particolare gli operatori pastorali, sono invitati alla messa di ringraziamento per i quasi dieci anni di ministero del vescovo Gianfranco Agostino Gardin.

Mons. Gardin, infatti, che ha compiuto 75 anni lo scorso marzo, sta per lasciare la guida della Diocesi a mons. Michele Tomasi, ordinato vescovo sabato 14 settembre nel duomo di Bressanone, che entrerà a Treviso il 6 ottobre.

“Sarà un’occasione per ringraziare il vescovo Gardin e il Signore per i doni che ha fatto alla nostra Chiesa attraverso il suo impegno pastorale e il suo ministero” sottolinea il delegato “ad omnia” mons. Adriano Cevolotto, che per cinque anni è stato vicario generale della Diocesi, stretto collaboratore del vescovo Gardin. “Dentro al cammino condiviso in questo decennio – aggiunge -, il vescovo Gianfranco Agostino consegna alla diocesi, insieme alla passione per Gesù e per il Vangelo, l’impegno nel promuovere uno spirito di sinodalità e di reale partecipazione delle diverse componenti ecclesiali. Si è inserito, con rispetto e affetto, dentro il cammino di questa Chiesa trevigiana, portando la sua sensibilità e anche il suo essere francescano, una caratteristica che abbiamo potuto apprezzare in particolare nel suo modo sobrio di porsi, nell’essenzialità dei rapporti e delle scelte e nella speciale attenzione per le persone più bisognose”.

E mons. Gardin, in una lunga intervista nel numero in uscita della “Vita del popolo”, ha voluto ripercorrere questi dieci anni, ricordando avvenimenti e situazioni, gioie e sofferenze, doni e testimonianze ricevuti: “Tutto ciò mi ha segnato e anche, in qualche modo, plasmato; me lo porto dentro, così come è avvenuto con altre dense esperienze e vicende che hanno intessuto la mia ormai lunga storia. Il sentimento che avverto più insistente è quello della gratitudine. Non so se sono riuscito a dare qualcosa, ma certamente ho ricevuto molto. E’ una gratitudine che mi accompagnerà anche dopo e mi aiuterà a vivere il tempo che mi rimane nella serenità e nella lode al Signore”, sottolinea, dicendo anche di sentire il “bisogno di chiedere perdono per le mie inadempienze, le inadeguatezze, gli errori”.

Il vescovo Gianfranco Agostino ha un pensiero anche per il suo successore, “un fratello a cui voglio bene e che stimo. Gli auguro di guardare al futuro di questa Chiesa con profonda fiducia nel Signore e nelle persone che la formano”.

E annunciando che tornerà a vivere a Padova, in una comunità di confratelli francescani conventuali, mons. Gardin confessa che “è come ritrovare il mio habitat naturale”, augurandosi di poter dedicare maggiore tempo alla preghiera, alla riflessione, alla lettura, disponibile a svolgere piccoli servizi che gli saranno richiesti.

La celebrazione dal tempio di San Nicolò sarà trasmessa in diretta streaming sui siti www.diocesitv.it, www.lavitadelpopolo.it e sulla pagina facebook della Vita del popolo, dalle ore 20.30.

 


Galleria fotograficaGalleria fotografica