Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/334: AL GOLF CLUB LIGNANO IL CAMPIONATO AIGG

L'appuntamento clou della stagione dei giornalisti golfisti


LIGNANO - Il Campionato individuale è notoriamente l’appuntamento più importante della stagione per i membri dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti (AIGG). Nel 2020, condizionato dal Covid 19, sono saltati molti incontri, rivestiva quindi particolare spessore...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/333: CON UN ULTIMO GIRO MONSTRE, JOHN CATLIN CONQUISTA L'IRISH OPEN

Out al taglio l'eroe di casa Harrington e gli italiani


IRLANDA DEL NORD - Dopo le tappe di Spagna, l’European Tour torna a nord, per la disputa del “Irish Open”, sponsorizzato da Dubai Duty Free. Si gioca nell’Irlanda del Nord, sul tracciato del Galgorm Castle Golf Club, a Ballymena. Sono tanti i professionisti di spessore, tra...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Altri 10 milioni per passare a coltivazioni bio

DA CENTROMARCA BANCA 10 MILIONI PER I DANNI DELLA CIMICE ASIATICA

La bcc stanzia finaziamenti agevolati per l'agricoltura


TREVISO - Sempre più spesso avversità atmosferiche e ambientali colpiscono la nostra agricoltura. Non ultima l’invasione della “cimice asiatica” che ha danneggiato molte aziende ortofrutticole costringendole ad adottare sistemi di tutela.
Per questo motivo CentroMarca Banca Credito Cooperativo di Treviso e Venezia ha destinato alle imprese agricole del territorio un plafond straordinario per complessivi 20 milioni di euro. Dieci milioni serviranno a finanziare gli interventi atti a riparare i danni causati da calamità naturali come la “cimice asiatica” o eventi atmosferici. Basterà presentare un'autocertificazione con i danni subiti. I finanziamenti prevedono dei tassi molto bassi con zero spese di istruttoria e zero spese di incasso. Un secondo plafond di altri 10 milioni di euro è stato messo a disposizione da CMB per riqualificare il proprio settore attraverso le coltivazioni biologiche e di biodiversità.
L'iniziativa è stata illustrata a quasi 300 tra Soci e Clienti, giovedì sera (19 settembre) nel corso di un convegno organizzato da CMB, nell'ambito della Festa dell'Agricoltura Sala d'Istrana, dal titolo “Nuova Politica Agricola Comune”.
“Il contesto e il tema di questo incontro ci vedono direttamente coinvolti in problematiche e argomenti di grande attualità che investono il mondo, quello dell’agricoltura, a noi particolarmente caro - ha affermato il Direttore Generale di CentroMarca Banca Credito Cooperativo di Treviso e Venezia Claudio Alessandrini in apertura del convegno- Oggi l’agricoltura non è solo produzione di alimenti, è tutela dell’ambiente e del territorio e quindi della nostra salute. Bisogna puntare ad investimenti importanti che siano orientati alla salvaguardia dell'ambiente. In tal senso la nostra Banca ha sposato la linea della finanza sostenibile, proprio per soddisfare queste necessità” ha concluso Claudio Alessandrini.
Presente l’amministrazione comunale, con il sindaco Maria Grazia Gasparini e l’assessore all’agricoltura Luciano Fighera, ma anche esperti del settore agricolo come l’agronomo Guido Teot e Gianluca Fregolent Vice Direttore Area Sviluppo Economico della Regione Veneto che ha ribadito l’importanza di fare agricoltura senza però improvvisare.
“I cambiamenti climatici, le condizioni del mercato sono tali e così dinamiche che una scelta non ponderata può determinare il successo o l'insuccesso di un'azienda. Gli imprenditori con il supporto delle organizzazioni, del sistema bancario e del partenariato devono ottenere le informazioni per fare le opportune valutazioni per una decisione oculata - ha detto Gianluca Fregolent della Regione del Veneto- Uno di questi elementi impattanti sulla redditività dell’azienda Agricola è la recente comparsa nel nord Italia della Cimice asiatica. La cimice ha la capacità di distruggere il prodotto e quindi di azzerare la redditività degli impianti anche moderni. Il 26 settembre, a Roma, le Regioni incontreranno il Ministro all’ Agricoltura. Gli chiederemo che venga attivato lo stato di emergenza affinché sia messo a disposizione un fondo per il sostegno al reddito di queste aziende- continua Fregolent-. In Veneto abbiamo circa 14.000 ettari a frutteto e chiederemo 100 milioni di euro all'anno per i prossimi tre anni, il tempo necessario per sperimentare e cercare di ottenere gli strumenti biologici, come la cosiddetta “Vespa Samurai”, per riuscire ad abbattere la cimice asiatica. È necessario agire con il biologico - ribadisce Fregolent - perché oggi i sistemi chimici e i sistemi indiretti, come le reti, non sono sufficienti a garantire la qualità del prodotto e quindi il reddito delle aziende”.
Durante il convegno, organizzato nell’ambito della 42esima Festa dell’Agricoltura e Antica Fiera Agricola di Sala d’Istrana, si è parlato anche della PAC (politica agricola comune). “Stiamo vivendo un cambiamento epocale che prevede una diversa distribuzione dei contributi per le nostre aziende agricole- ha detto intervenendo sul palco il Vice Presidente di CMB Elio Tronchin che è anche responsabile delle nuove filiere produttive per Coldiretti Treviso. - Il nuovo programma del PAC, che riguarda i contributi che verranno distribuiti all’agricoltura, non solo in Italia ma in tutti i 28 stati membri, valorizza soprattutto la sostenibilità e l’innovazione di tutto il settore. Capisaldi importanti anche per CMB che li considera da sempre valori fondamentali per la crescita di tutto il territorio” ha detto il Vice Presidente Tronchin.
“Abbiamo stanziato ulteriori 10 milioni di euro a tassi veramente agevolati - ha detto Massimo Bozzolan responsabile dei Crediti Speciali di CMB - per aiutare qualsiasi agricoltore. Soprattutto quelli giovani che vogliano iniziare la propria attività nel biologico oppure anche semplicemente convertire la propria produzione da quella convenzionale a produzione biologica. Copre qualsiasi tipo di esigenza da quella dell’acquisto delle materie prime fino all'acquisto dei terreni”.