Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/345 - CAMPI/29: IL GOLF CLUB PARADISO DEL GARDA

Un percorso tra il lago e il monte Baldo, per giocare nell'"empireo"


PESCHIERA - Progettato dal noto architetto americano Jim Fazio, questo prestigioso circuito golfistico è inserito sull’entroterra gardesano, comodamente adagiato sull’anfiteatro morenico del Basso Garda, costituitosi con i depositi glaciali originati dai residui trasportati due...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/344: A DUBAI LA CORSA AL TITOLO DI RE DEL CIRCUITO 2020

Doppio trionfo inglese: a Fitzpatrick il torneo, a Westwood la "Race"


DUBAI - Sono tanti i milioni in palio al DP World Tour Championship di Dubai, che ha l'onere di laureare il miglior giocatore della stagione. Si sta infatti concludendo al Jumeirah Golf Estates di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, la difficile stagione 2020 dell’European Tour, in sintonia con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/343: IL DUBAI CHAMPIONSHIP AL PARIGINO ANTOIONE ROZIER

Eccellente secondo posto per Francesco Laporta


DUBAI - Questa settimana l’European Tour era impegnato in due appuntamenti: uno in Sudafrica, il South African Open, terzo evento che si celebra lì quest’anno, l’altro Il Dubai Championship, negli Emirati Arabi. Noi seguiamo questo di Dubai, penultimo appuntamento della...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Coinvolto anche Radames Major, scarcerato dopo 30 anni

IN MANETTE I GIOSTRAI DEGLI ASSALTI AI BANCOMAT

Responsabili di colpi tra Veneto, Friuli e Alto Adige


TREVISO/PADOVA - In manette la banda degli assalti ai bancomat. A conclusione delle indagini condotte di Carabinieri del Nucleo operativo di Treviso, la Procura di Padova ha emesso quattro fermi di indiziati di reato e cinque mandati di arresto europeo, tutti convalidati, all’indirizzo di sette persone, giostrai di origine sinti. Secondo gli inquirenti sarabbero i responsabili di numerosi colpi a sportelli automatici di banche e uffici postali, messi a segno negli scorsi mesi, tra le province di Treviso, Padova, Rovigo, ma anche in Friuli e in Alto Adige. Marchio di fabbrica della banda: far saltare in aria gli apparecchi atm con l’esplosivo.
Tutti gli indagati, residenti tra il trevigiano e il padovano, sono in carcere: la gran parte di loro era già ben nota alle forze dell’ordine. Tra questi, ad esempio, Radames Major, 66enne, già ritenuto l’uomo di collogamento tra il mondo dei giostrai e la Mala del Brenta, appena uscito di prigione dopo una condanna a 30 anni per rapine e sequestri di persona. Proprio sfruttando i suoi contatti, secondo gli investigatori, il gruppo stava ampliando la propria attività in Belgio. Ma tra i fermati c’ anche Jody Garbin: nell’aprile del 2017 era uno degli uomini a bordo dell’auto che, mentre cercava di fuggire alla polizia, a Vedelago fu intercettata dalla guardia giurata Massimo Zen. Il vigilantes sparò alla vettura, ferendo mortalmente il 36enne Manuel Major: per quella vicenda la Procura l’ha rinviato a processo, non concedendo la legittima difesa.
Oltre a mesi di indagini, con analisi delle immagini delle telecamere di videosorveglianza ed interccettazioni grazie a microspie, i Carabinieri all’alba di martedì scorso hanno compiuto un blitz nei campi nomadi di Barcon di Vedelago e Ponzano: nascosti in finte tubature sotto il terreno sono stati trovati travestimenti, attrezzi e circa 200mila euro, secondo l’accusa provento dei colpi agli sportelli bancomat.